Si può pagare a rate con la carta di credito?

Come funzionano i pagamenti a rate con carte di credito e qual è la differenza tra carte a saldo e carte revolving. 

La carta di credito è uno strumento di pagamento molto particolare in quanto, a differenza del Bancomat che si basa unicamente sul denaro depositato sul conto corrente al quale è collegato, la carta di credito è dotata di un fido

Questo significa che, oltre a quanto presente sul proprio conto corrente, si avrà anche a propria disposizione un importo aggiuntivo, che viene anticipato dalla banca e che, per l’appunto, corrisponde al fido. 

Le transazioni effettuate con una carta di credito non si pagano subito, ma vengono addebitate in un secondo momento: le carte di credito che permettono di pagare a rate esistono e prendono il nome di carte revolving

La differenza tra carte di credito a saldo e carte revolving

Una carta di credito a saldo permette di fare acquisti, sia online sia dal vivo, fino al raggiungimento del limite del saldo: dopodiché l’importo che è stato speso viene prelevato dal proprio conto corrente nel giorno stabilito da contratto, che è fissato al mese successivo

Diverso è, invece, il funzionamento delle carte di credito che permettono di restituire le transazioni effettuate a rate, e che prendono il nome di carte revolving. La rate da sostenere saranno concordate in anticipo con la banca. 

In questo caso, il pagamento con carta di credito funziona come un vero e proprio finanziamento: ne consegue, pertanto, che saranno previsti degli interessi, variabili non solo da banca a banca, ma anche da carta a carta. 

Considerato che per le carte revolving sono previsti dei tassi di interesse sulle rate, mentre per le carte di credito a saldo no, si evince che si tratti di soluzioni più care. Sono disponibili con i circuiti più diffusi e accettati a livello internazionale, ovvero Visa, MasterCard, American Express, Diners, e così via.

Scopri le migliori carte di credito a rate attivabili online

Le carte di credito possono essere richieste da tutti?

Alla luce di quanto esposto nei paragrafi precedenti, emerge che le carte di credito siano abbastanza diverse rispetto al Bancomat o alle carte prepagate, e di solito prevedono anche il pagamento di un canone mensile o annuale

Le carte di credito non possono essere rilasciate a soggetti minorenni e, di solito, richiedono anche delle garanzie reddituali: il richiedente deve dimostrare alla banca di essere in grado di restituire gli importi che vengono anticipati. 

Per questo motivo, di solito è più semplice riuscire a ottenere una carta di credito dal proprio istituto di credito, che conosce già il suo correntista e la sua affidabilità creditizia. Non è, invece, semplicissimo riuscire a ottenere una carta di credito con fido illimitato. 

I dati richiesti per il rilascio di una carta di credito (a prescindere che sia di tipo revolving o a saldo) sono: 

  • i propri dati personali;
  • la busta paga, o il modello Unico nel caso in cui si fosse liberi professionisti. 

L’importo del fido che sarà concesso dipenderà molto da quello che la banca ritiene che il correntista sarà in grado di restituire senza alcuna difficoltà. 

Confronta le carte di credito revolving con i tassi di interesse più bassi

Come trovare una carta di credito online

Le carte di credito sono sempre associate a un conto corrente: quindi il punto di partenza per trovare una carta di credito a basso costo e con un fido adeguato alle proprie esigenze potrebbe consistere nell’attivare prima un nuovo conto corrente. 

La soluzione più conveniente è rappresentata dai conti correnti online, i quali possono essere sottoscritti facilmente anche dal proprio smartphone e non prevedono la necessità di doversi recare in filiale per completare la sottoscrizione. 

Nel valutare un conto corrente online, magari tramite l’utilizzo di un tool di comparazione, si consiglia di prestare attenzione alle carte di credito che includono e a quali saranno i costi del canone e le commissioni da sostenere per il loro utilizzo. 

Nel confrontare le carte di credito a rate, per esempio:

  1. a quanto ammontano gli interessi;
  2. l’importo del fido;
  3. quali sono i costi fissi da sostenere. 

Altri parametri che potrebbero essere utili nella scelta di un conto corrente online con carta di credito associata sono poi:

  • la ricerca di un conto con canone sempre gratuito o azzerabile nel rispetto di alcune condizioni;
  • la possibilità di puntare su un conto corrente con imposta di bollo gratuita, la quale sarà a carico dell’istituto di credito. 

Si ricorda, inoltre, che solitamente un conto online non prevede l’applicazione di commissioni sui prelievi presso gli ATM di altre banche e sui bonifici online (che sono invece previsti nel caso dei conti tradizionali) e che si potrà gestire direttamente da casa, con l’utilizzo dei servizi di Internet e mobile banking. 

Scopri i migliori conti correnti online con carte di credito a rate

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Si può pagare a rate con la carta di credito?