Scandalo Banca Popolare di Vicenza, tra le vittime anche Donatella Rettore

La cantante svela di aver perso oltre mezzo milione di euro in azioni della Banca Popolare di Vicenza

Anche Donatella Rettore tra le vittime del disastro delle banche popolari venete. La cantante residente a Castelfranco Veneto ha infatti perso oltre mezzo milione di euro in azioni della Banca Popolare di Vicenza, nell’ambito del crollo che ha travolto questo istituto di credito ma anche Veneto Banca.

Come riporta La Tribuna di Treviso, Rettore racconta di essersi “trovata dentro questo investimento perché avevo azioni della vecchia Popolare di Castelfranco, la banca in cui da sempre la mia famiglia mette i risparmi. Il mio primo libretto lì me l’ha aperto mio padre quando ero una bimba, negli anni Sessanta”.

La cantante è ancora cliente della banca, ora inglobata da Intesa Sanpaolo, tuttavia ha annunciato di non aver intenzione di fare causa perché “con i tempi della giustizia italiana, farei in tempo a morire e poi rinascere prima di vederne la fine”. E ancora: “Tanto i vecchi vertici non ci sono più ed è inutile che ce la prendiamo con il cassiere o gli impiegati, anche loro sono stati beffati. In generale non do molta importanza ai soldi, sono solo carta. Certo, mi dispiace per chi ha investito i propri risparmi confidando in una rendita per la vecchiaia e si è trovato senza nulla in mano. Io sono più fortunata, grazie al cielo lavoro ancora”.

 

Scandalo Banca Popolare di Vicenza, tra le vittime anche Donatella Rettore
Scandalo Banca Popolare di Vicenza, tra le vittime anche Donatella&nbs...