Saldi estivi 2016: le date di inizio saldi a Bologna

Saldi estivi 2016 a Bologna: ecco quando nel capoluogo di regione dell'Emilia-Romagna è iniziato il periodo più atteso dell'anno dagli amanti dello shopping

I saldi estivi 2016 a Bologna sono un’ottima occasione sia per i commercianti che per i potenziali acquirenti per concludere degli affari. In questo periodo dell’anno, infatti, i negozianti del capoluogo emiliano, così come quelli delle altre regioni d’Italia, cercano mediante la vendita della merce a prezzi scontati di alienare ciò che è rimasto nei magazzini che ancora appartiene alla collezione primavera-estate. D’altro canto, anche i clienti sono incentivati a dare un’occhiata ai negozi nel periodo degli sconti così da poter scovare dei capi che normalmente avrebbero pagato di più.

Per quel che concerne i saldi estivi 2016 a Bologna, questi sono iniziati sabato 2 luglio, data che bene o male coincide con quella stabilita dalle altre regioni italiane. I negozianti, fiduciosi di avere un’elevata affluenza, hanno apposto a partire da tale giorno i primi sconti su numerosi capi pronti ad essere svenduti. In realtà, però, l’avvio è stato molto fiacco, cosa che è accaduta anche in altre regioni come la Lombardia e il Lazio. Ciò può essere dovuto a numerosi fattori ed in particolar modo anche al fatto che la maggior parte della clientela ha deciso di spostare i propri acquisti verso la fine dei saldi, dove si concentrano decurtazioni di prezzo ben maggiori.

In effetti i saldi estivi 2016 a Bologna si concluderanno martedì 30 agosto e, se i commercianti non saranno riusciti a liberare i magazzini dalla vecchia collezione, tenderanno negli ultimi giorni ad applicare sconti che possono arrivare anche all’80%. Per il momento, invece, questi raramente superano il 50% in quanto ci si trova ancora nella prima fase del periodo dello shopping scontato. Intanto la Confcommercio Ascom di Bologna ha diffuso in rete una guida ai saldi, onde evitare che il cliente possa effettuare degli acquisti inconsciamente.

Tra i comportamenti dei negozianti a cui bisogna prestare maggiore attenzione è l’apposizione dei cartellini. Può capitare, infatti, che i commercianti vogliano rendere più allettante uno sconto e per questo applicano delle decurtazioni su prezzi precedentemente alzati. Inoltre, c’è da ricordare che per legge è obbligatorio esibire ben visibile, accanto allo sconto applicato, anche il prezzo originario. Infine la ASCOM di Bologna ricorda ai potenziali acquirenti che anche in questo periodo è possibile effettuare il cambio di merce, rispettando i termini previsti e presentando lo scontrino fiscale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saldi estivi 2016: le date di inizio saldi a Bologna