Roberto Gualtieri: chi è il nuovo ministro dell’Economia

Presidente della cruciale commissione Affari economici a Strasburgo, riconfermato nello stesso incarico in questa legislatura

È Roberto Gualtieri a prendere il posto di Giovanni Tria al timone del ministero dell’Economia nel governo Conte bis. Romano, 53 anni, sposato con un figlio, è professore associato di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” ed è vicedirettore della Fondazione Istituto Gramsci. Dal 7 giugno 2009 è deputato europeo del Partito Democratico. Nel luglio 2014, è stato eletto Presidente della Commissione per i problemi economici e monetari al Parlamento Europeo.

Nel luglio 2009 è stato nominato titolare della Commissione per gli Affari Costituzionali (AFCO), e della Sottocommissione per la Sicurezza e la Difesa (SEDE), in cui ha ricoperto l’incarico di coordinatore per il Gruppo dei Socialisti e Democratici; membro sostituto della Commissione per gli Affari Esteri (AFET) e della Commissione per i Bilanci (BUDG), in cui ha ricoperto l’incarico di relatore permanente per il bilancio sulla PESC. A seguito della sua rielezione a deputato europeo, il 7 luglio 2014 è stato eletto Presidente della Commissione per i problemi economici e monetari.

Nel 2017 è stato nominato dalla Conferenza dei Presidenti membro del Brexit Steering Group – in rappresentanza del gruppo dei Socialisti e Democratici –, incaricato di seguire i negoziati Brexit per conto del Parlamento Europeo. In quella legislatura il magazine ‘Politico’ lo ha definito uno dei legislatori più efficienti dell’intero Parlamento, collocandolo tra gli otto deputati più influenti del Parlamento europeo. Nel corso del suo mandato ha presieduto il numero record di 157 triloghi (le negoziazioni inter-istituzionali tra Commissione, Parlamento e Consiglio per definire le norme europee).

Durante la fase di costituzione del nuovo parlamento europeo ha fatto parte della commissione di 40 parlamentari provenienti dalla diverse forze politiche, che hanno stabilito l’agenda parlamentare per il quinquennio, sarà l’unico italiano a parteciparvi. Il 10 luglio 2019 viene rieletto alla guida della commissione per i Problemi Economici e Monetari del parlamento Europeo.

Dunque al Tesoro non più un tecnico puro, come nel caso Tria, ma un nome politico e con solide relazioni internazionali a livello comunitario. A lui si devono tutti gli accordi sulle nostre leggi di bilancio negli ultimi cinque anni.

Roberto Gualtieri: chi è il nuovo ministro dell’Economia