Ripresa già finita? Tornano grigie le previsioni per l’economia

Domanda debole e presto si sentiranno gli effetti recessivi delle manovre correttive

Nel secondo trimestre dell’anno l’economia italiana ha mantenuto livelli positivi con un + 0.4% su base congiunturale. Però ci sono seri timori che la ripresa non possa consolidarsi. Anzi – come riportato dal Sole 24 Ore – il Gruppo economisti d’impresa ritiene elevato il rischio di un peggioramento della situazione economica nella seconda metà dell’anno. Sempre che non arrivi un aiuto dall’export, favorito dalla svalutazione dell’euro.

Nel corso del summit trimestrale, dove hanno partecipato economisti, associazioni di categoria e istituzioni, sono emerse preoccupazione sulle manovre di contenimento della spesa pubblica che potrebbero incidere pesantemente sulla ripresa

Il Gei stima una crescita per il 2010 che “non va oltre l’1%”. E, come ha detto il presidente, Lorenzo Stanca, “molti si aspettano che, il dopo Grecia e le misure sui conti facciano soffrire l’economia italiana”.
L’ottimismo di Stanca è riposto sulla tenuta delle commercio internazionale e del export – favorito dall’indebolimento dell’euro. Tra gli elementi di incertezza sul consolidamento della ripresa c’è anche il peso rilevante che la ricostituzione delle scorte ha avuto sull’espansione della produzione nei mesi scorsi.
E rimane pure il problema dell’occupazione che ha toccato livelli record e non accenna a diminuire.
Altri fattori di preoccupazione sono la sofferenza del settore delle costruzioni e le cose non vanno meglio per i comparti commerciale e industriale. Lo stop agli investimenti pubblici potrebbe peggiorare le prospettive.
In generale, la domanda interna resta «assai debole» e i dati pubblicati dall’Istat sul risparmio delle famiglie sono un indicatore preoccupante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ripresa già finita? Tornano grigie le previsioni per l’economia