Rimborsi 730 nella busta paga di luglio: i motivi dei ritardi

La proroga del precompilato al 22 luglio ha modificato i tempi per gli accrediti in busta paga

La proroga del modello 730/2016 precompilato al 22 luglio ha modificato i tempi per gli accrediti in busta paga, causando così possibili ritardi nei rimborsi.

L’attuale situazione potrebbe portare ad ottenere i rimborsi entro i 6 mesi successivi al momento della data di scadenza per la presentazione della dichiarazione quindi, nel periodo compreso tra l’inizio di gennaio e la fine di febbraio 2017.

Di norma gli accrediti dei rimborsi IRPEF, per il Modello 730/2016 avvengono:

  • nella busta paga del mese di Luglio dello stesso anno in cui era stata presentata la dichiarazione dei redditi per i lavoratori dipendenti;
  • nell’assegno pensionistico erogato ad agosto, per i pensionati.

Per i rimborsi dei contribuenti senza sostituto d’imposta i tempi si allungano rispetto ai rimborsi per i contribuenti ordinari e, almeno fino ad un paio di anni fa i rimborsi pervenivano entro la fine dell’anno; la sola modalità di erogazione con vaglia richiedeva tempi leggermente più lunghi. Anche in questo caso il modello 730/2016 precompilato e l’eventuale proroga della sua scadenza potrebbero determinare un ulteriore allungamento dei tempi.

Per i rimborsi IRPEF oltre 4.000 euro, la procedura è più complessa, dal momento che devono essere giudicati regolari in seguito ai controlli documentali. Se vengono effettivamente ritenuti regolari, la legge prevede che i rimborsi vengano erogati al contribuente entro sette mesi a partire dalla scadenza per la presentazione del Modello 730 (7 luglio) o, comunque, entro 7 mesi dalla data di trasmissione se quest’ultima è avvenuta in ritardo. Tuttavia,  i controlli documentali non scattano nell’ipotesi in cui il contribuente accetti ed invii il modello 730/2016 precompilato così come predisposto dall’Agenzia delle Entrate medesima, senza apportare alcuna modifica.

Leggi anche:
Redditi 2016, ecco quando arriveranno i rimborsi
Modello 730/2016: nuovi controlli e rimborsi over 4.000 euro
Per il Fisco hanno reddito: costretti al 730 all’età di 5 anni
INPS e Agenzia Entrate: come ottenere il PIN (gratuito) per i servizi online
Dichiarazione dei redditi: tutto ciò che serve sapere

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rimborsi 730 nella busta paga di luglio: i motivi dei ritardi