Rifiuti dal finestrino: a quanto può ammontare la multa

Le multe (salate) per coloro che gettano rifiuti dal finestrino dell’auto o a terra

Gettare rifiuti sul suolo pubblico è sicuramente un atto di inciviltà e di mancanza di rispetto, ma contribuisce anche all’inquinamento ambientale.

È un gesto a cui non si vorrebbe assistere, tuttavia non sono pochi i casi di soggetti colti in flagrante mentre lasciano cadere una carta o un fazzoletto. La stessa situazione, si può verificare mentre un veicolo è in corsa o in sosta e in questo caso potrebbe anche diventare pericoloso.

Che si tratti di un oggetto piccolo o insignificante, non importa: è vietato gettare rifiuti e questo è specificato dall’articolo 15 del Codice della Strada. Pena? Le multe, che possono arrivare a sfiorare i 425€.

Non sono solo i conducenti a essere interessati, ma anche i pedoni. In questo caso interviene la legge n. 221/225 dell’articolo 15 del Codice della Strada dovevengono date “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”.

Coloro che gettano a terra, ma anche negli scarichi e nelle caditoie, rifiuti di piccole dimensioni come scontrini, gomme da masticare e fazzolettini, sono puniti “Con la sanzione amministrativa pecuniaria da 30€ a 150€”. Se poi, ciò che viene gettato, è un prodotto da fumo, la multa viene raddoppiata.

E se queste sono le multe previste per i pedoni, ecco quelle che riguardano direttamente i conducenti dei veicoli. Anche in questo caso, si fa riferimento all’articolo 15 del Dlgs n. 285/1992 che detta il divieto di gettare rifiuti indistintamente dai veicoli in sosta o in corsa. Al comma 1 lettera f bis dell’articolo 15, si legge infatti che è vietato “Insozzare la strada o le sue pertinenze gettando rifiuti o oggetti dai veicoli in sosta o in movimento”. Il gesto viene sanzionato con una multa che parte da 106€ e arriva a 425€, importo che è stato aggiornato dal 1 gennaio 2015.

Una violazione che, “quando possibile, deve essere immediatamente contestata”, come dispone l’articolo 200 del Codice della Strada, ma la multa può arrivare anche a casa entro 90 giorni. Tra i motivi che possono non permettere la contestazione immediata, c’è l’impossibilità di raggiungere il veicolo, ad esempio se l’auto è in corsa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rifiuti dal finestrino: a quanto può ammontare la multa