Sarà possibile recedere dai finanziamenti

E i negozianti potranno proporre ai clienti solo contratti a tasso zero

I consumatori potranno recedere anche dal contratto di finanziamento, come è già previsto per l’acquisto di beni e servizi. E le agenzie e i mediatori creditizi dovranno verificare con attenzione requisiti e professionalità dei dipendenti che lavorano a diretto contatto con la clientela.

Sono queste alcune delle novità contenute nello schema di decreto legislativo di recepimento della direttiva Ce 48/08. Il testo introduce una serie di modifiche al Testo unico bancario, soprattutto in relazione alla trasparenza delle condizioni contrattuali e la correttezza degli intermediari nonché degli agenti e dei mediatori finanziari e al Codice del consumo in relazione alla tutela dei contratti di credito.
Come si è detto, tra le novità, l’estensione del diritto di ripensamento, già presente per in contratti di finanziamento delle vendite a distanza (sul web per esempio), anche nei contratti di leasing o per quelli di credito a esecuzione continuata o periodica ovvero di durata indeterminata con la precisazione che, in tal caso, l’obbligo di preavviso non potrà essere superiore a un mese.

Il decreto poi fissa altre regole.
Negozianti e venditori di beni e di servizi potranno concludere con la clientela solo contratti di credito nella forma di dilazione del prezzo. Ovvero proporre solo finanziamenti a tasso zero e senza oneri di spesa.

Per agenti finanziari e mediatori creditizi sono previsti requisiti più selettivi per l’iscrizione agli albi professionali, con l’obbligo di stipula un polizza assicurativa di responsabilità civile per i danni recati a terzi nel corso dell’attività.
Le due professioni sono separate in modo più netto anche attraverso la previsione del divieto di duplice iscrizione ai rispettivi elenchi e, per i mediatori creditizi, dell’obbligo di costituirsi nella forma giuridica delle società di capitali oltre che di vigilare sulla professionalità dei propri collaboratori.

Sarà possibile recedere dai finanziamenti