Rc auto online, il prezzo non è tutto

Prima di sottoscrivere un contratto è bene prestare attenzione alle clausole di franchigia, esclusione e rivalsa

Con il rapido diffondersi delle Rc-auto sul web, c’è stato un proliferare di offerte più o meno vantaggiose. Infatti, è sempre consigliabile, prima di sottoscrivere un contratto, fare molta attenzione alle condizioni della prestazione assicurativa.

La cartina di tornasole per la scelta è sicuramente il prezzo. Ma non è tutto. Da un’indagine condotta dal sindacato degli assicuratori (Sna), l’Unione europea assicuratori (Uea) e l’Unione nazionale degli agenti assicurativi su 72 compagnie operanti in Italia, è emerso come a parità di costo le prestazioni offerte sono molto diverse. Alcune polizze non coprono il guidatore che ha dimenticato di rinnovare la patente. Altre lo fanno, ma a condizioni ogni volta diverse. O in base al tempo passato dalla scadenza della patente o al tempo concesso perché sia rinnovata.
Altre compagnie non assicurano i danni provocati da un conducente diverso dal proprietario, mentre una gran parte delle polizze sul mercato non copre – se non a costi maggiorati – i conducenti con pochi anni di esperienza alle spalle.
Ovviamente tutte queste condizioni devono essere attentamente valutate dal consumatore per evitare di trovarsi costretti a sborsare somme ingenti al momenti di un incidente.

Insomma se è vero che il boom delle assicurazioni su internet ha aumentato la concorrenza, ciò non ha aumentato la trasparenza. Sna, Uea e Unapass denunciano come il preventivatore Isvap, curato dal ministero dello Sviluppo Economico, consenta di confrontare le diverse polizze solo sulla base del prezzo. E anche se nella sua guida l’Isvap ci raccomanda di “leggere con attenzione le clausole di franchigia, esclusione e rivalsa”, il motore di ricerca non prende in considerazione questi “dettagli” di fondamentale importanza.

Ma come migliorare la situazione? Secondo il presidente del sindacato nazionale assicuratori serve uno standard normativo contrattuale minimo scritto in modo chiaro e condiviso da tutte le compagnie. Per Alberto Genovese, Ceo di assicurazioni.it, un campagna di maggiore trasparenza avrebbe come conseguenza quella di avvicinare un maggior numero di clienti e di abbattere la diffidenza nei confronti delle compagnie assicurative.

Rc auto online, il prezzo non è tutto
Rc auto online, il prezzo non è tutto