Rc auto: Italia leader per scatole nere. Con risparmi fino al 10%

Il 6% del parco vetture assicurato. Tagli a premi tra il 7 e il 10%

Può suonare strano in un Paese "allergico" all’innovazione come il nostro, eppure l’Italia è già leader mondiale per le scatole nere installate sulle auto. A fine 2013 le vetture dotate di black box erano oltre due milioni, segnando un netto incremento rispetto agli 1,2 milioni di fine 2012. Un primato che colloca l’Italia sopra la Gran Bretagna e gli Usa. A fare il punto della situazione l’Ania, l’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici, in un seminario condotto dal direttore centrale auto, Vittorio Verdone, e dal direttore generale, Dario Focarelli.
 
I NUMERI – Gli oltre 2 milioni di veicoli con scatola nera rappresentano il 6% del parco assicurato totale con una stima di crescita dell’Ania tra il 10 e il 15% al 2017. Le black box inoltre sono più presenti al Sud con il 49% del totale, seguite dal 31% al Nord e il 20% al centro. La scatola nera permette un miglioramento della gestione dei sinistri, rappresentando un utile strumento contro le frodi assicurative, con un taglio dei costi per le compagnie e un parallelo abbattimento dei premi Rc auto per gli automobilisti arrivando nel 70% dei casi a forme di personalizzazione tariffaria. Secondo uno studio di Viasat Group, i contratti con scatola nera riducono in media i prezzi delle polizze Rc auto del 7-10%, al netto dei costi di installazione che oscillano tra i 30 e i 40 euro a carico delle compagnie per il solo servizio Rc auto. I vantaggi sono inoltre calcolabili in termini di sicurezza, giacchè la scatola nera permette di intervenire più rapidamente in caso di incidenti e ridurne la gravità.
 
IL QUADRO NORMATIVO – Ciò che ancora manca è un quadro normativo chiaro. L’articolo 8 del decreto Destinazione Italia, approvato in via definitiva dal Senato, che prevedeva sconti definiti per l’Rc auto a fronte di una serie di impegni per gli automobilisti e le compagnie, era stato stralciato per confluire in un ddl a parte. Così è rimasto in vigore il decreto Monti sulle liberalizzazioni che stabilisce "sconti significativi" per gli automobilisti che installano la scatola nera ma che manca dei decreti attuativi che definiscono le modalità di gestione e la cosiddetta portabilità della scatola nera nel caso si cambi compagnia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rc auto: Italia leader per scatole nere. Con risparmi fino al 10%