Saldi al via, le regole per un buon affare

Saldi invernali anticipati per battere la crisi dei consumi. Ma occorre tenere sempre gli occhi bene aperti

 

Saldi 2009, i più attesi dagli italiani. Mai come quest’anno si spera negli sconti di fine stagione per combattere gli effetti della crisi economica e della tredicesima decurtata e ridare un po’ di ossigeno ai consumi. D’altronde è il periodo in cui tutti speriamo di fare qualche buon acquisto. E per questo motivo molte regioni anticipano di qualche giorno la partenza degli acquisti promozionali.

A esporre per primi i cartellini con i prezzi ribassati saranno i negozianti di Napoli e Trieste, il 2 gennaio, seguiti a ruota da quelli di Roma, Milano, Torino, Venezia, Bologna, Ancona, Palermo, il 3 (di seguito le date nelle principali città).

Per i consumatori si apre, così, la caccia all’affare. Possibile ma non sicuro. Perché dietro alcuni super-ribassi si possono nascondere delle trappole commerciali. Conoscere gli obblighi dei negozianti e i diritti dei consumatori può essere utile per evitare spiacevoli inconvenienti.

Si comincia subito dopo Capodanno

Ecco il calendario dei saldi invernali 2009 nelle principali città italiane:

 Torino

3 gennaio

 Genova

3 gennaio

 Milano

3 gennaio

 Trento

7 gennaio

 Trieste

2 gennaio

 Venezia

3 gennaio

 Bologna

3 gennaio

 Firenze

7 gennaio

 Ancona

6 gennaio

 Roma

3 gennaio

 Napoli

2 gennaio

 Bari

5 gennaio

 Palermo

3 gennaio

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Saldi al via, le regole per un buon affare