Quota 100 e reddito di cittadinanza rinviati a Primavera

Lo ha annunciato il capogruppo del Movimento 5 stelle al Senato, Stefano Patuanelli

Prima il ridimensionamento del rapporto deficit-pil dopo il 2019, poi la spalmatura su 5 anni invece che su tre degli interventi principali: il governo tira dritto sulla legge di Bilancio a dispetto delle critiche piovute da ogni dove, ma prova a ‘dosare’ le misure care alle due forze di maggioranza. Così reddito di cittadinanza e quota 100 non scatteranno a gennaio 2019 ma in primavera.

“La nostra intenzione è cercare di partire con il reddito di cittadinanza e la quota 100 dopo il primo trimestre” del prossimo anno – ha annunciato il capogruppo del Movimento 5 stelle al Senato Stefano Patuanelli. Parlando con i giornalisti il senatore pentastellato ha spiegato: “Io ritengo che in primavera possano partire sia la riforma della Fornero che il reddito di cittadinanza. Pensiamo che ci vorranno tre mesi per la questione dei centro per l’impiego, forse un mese in più”.

Intanto, dopo il via libera di Camera e Senato alla risoluzione della maggioranza alla Nota di aggiornamento al Def, il vicepremier Luigi Di Maio ha assicurato che “la settimana prossima -lunedì- il Cdm approverà la legge bilancio che verrà poi inviata a Bruxelles e approvata dal Parlamento”. E sul reddito di cittadinanza ha aggiunto: “è stato fatto terrorismo mediatico, purtroppo i media la stanno raccontando così male che neanche all’estero capiscono di cosa si tratta”. La misura voluta dal M5S, ha spiegato “ci avvicina all’Europa, è una misura espansiva che salva la vita e la dignità delle persone, che le aiuta a trovare lavoro e fa circolare denaro che finirà anche nelle tasche dei commercianti e degli artigiani. Funziona in tutta Europa e funzionerà anche in Italia”.

In collaborazione con Adnkronos

Leggi anche:
BCE: “Niente aiuti all’Italia se va in crisi di liquidità”
Spread, dietro i Cir si nasconde una patrimoniale?
Manovra: Tria conferma i numeri, Salvini lo smentisce
Def ancora nei guai: arriva la bocciatura dell’Ufficio parlamentare di bilancio
Il Def in Parlamento e a Bruxelles. Numeri e misure della Manovra
Tasse, pensioni, reddito: tutti i numeri della legge di Bilancio
Tria, lettera a Bruxelles: Pil in crescita dell’1,5% nel 2019, dell’16% nel 2020

Quota 100 e reddito di cittadinanza rinviati a Primavera