Quanto costano i dentisti? Le città più care e i prezzi delle prestazioni più frequenti

Quattro italiani su dieci riducono le visite dal dentista. I prezzi medi negli studi di Bologna e Milano costano fino al 20% in più rispetto a Napoli, la più economica. L'indagine di Altroconsumo

Farsi curare un dente all’ombra delle due Torri può costare caro. A Bologna, infatti, si più arrivare a pagare per le cure odontoiatriche fino al 20% in più rispetto a Napoli, la città con i prezzi più bassi. E’ quanto emerge da un’indagine condotta da Altroconsumo, che ha individuato sette prestazioni tra le più frequenti e confrontato i prezzi richiesti da 145 studi dentistici di sei città.
 

La crisi ha indotto quattro italiani su dieci a limitare le loro visite dal dentista, e le persone valutano con grande accortezza i preventivi dei medici, prima di prendere un appuntamento. Comportamento giustificato dal fatto che, come rileva l’indagine, esistono ampie forchette di prezzo anche nella stessa città. Il fatto che sia diventato l’appuntamento più temuto dal portafogli ha fatto sì che solo il 51% di un campione di intervistati ha fatto una visita di controllo in un anno (dati 2011) e solo il 36% fa una pulizia dei denti almeno una volta all’anno.

Ecco i prezzi rilevati dall’inchiesta di Altroconsumo relativi alle prestazioni più comuni.

Prima visita la maggior parte dei dentisti (61,4%) non fa pagare il primo appuntamento, mentre tra coloro che richiedono una parcella il prezzo medio è 71€.
Pulizia dei denti in media costa 86€, il prezzo va da 50€ a 150€. In quasi tutte le città c’è almeno uno studio che offre la prestazione a 50€: Bologna più cara con 70€.
Otturazione di molare i prezzi variano in modo ampio – in media si pagano 124€; si va dai 70€ di Milano fino ai 270€ della città più cara, ancora Bologna.
Devitalizzazione molare i prezzi variano da 150€ fino a 650€: più del quadruplo a Bologna e a Torino. Buone notizie: in quasi tutte le città c’è almeno un dentista che eroga la prestazione a 150€.
Corona (o capsula) su un molare in lega nobile e ceramica varia da 400€ a 1200€ con un prezzo medio pari a 708€. A Bologna in media si spendono 200€ in più che a Napoli.
Ponte (tre elementi) Un terzo dei dentisti dell’inchiesta fa pagare tra 2.100 e 2.400 euro. In media nelle sei città non si va sotto i 2.082 euro. Napoli è la città dove costa meno, Milano e Bolognale più care: si arriva a 3.500 euro.
Impianto in titanio Il 58% dei dentisti applica un prezzo compreso tra 1.000 e 1.300 euro. Quando il dentista fa l’impianto bisogna considerare anche il costo della corona. Se fa un prezzo unico (impianto + corona) in media si pagano 1.900 euro. Il ponte a 3 elementi costa come un impianto. La scelta dipende anche dallo stato dei denti vicini.

L’indagine ha coinvolto anche le catene odontoiatriche in franchising, agguerriti concorrenti degli studi tradizionali, rilevando che non fanno mai pagare la prima visita e sono molto competitive per le prestazioni di base: come la pulizia dei denti o le otturazioni. Per le prestazioni più complesse tendono a riallinearsi sui livelli di prezzo degli studi tradizionali. Le cliniche universitarie sono in media molto più care.

E il servizio pubblico? Dal 2001 lo Stato ha limitato l’assistenza odontoiatrica alle fasce più deboli della popolazione lasciando alle regioni la realizzazione dei livelli minimi d’assistenza (Lea). L’onere di garantire prestazioni più ampie spetta alle Regioni, che possono erogare cure diverse a seconda dei casi. L’Associazione dei consumatori suggerisce di contattare la Asl di riferimento per capire come funzioni per ciascuno nella propria regione, a quali prestazioni poter accedere e a quali costi.
 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quanto costano i dentisti? Le città più care e i prezzi delle presta...