Prezzo petrolio: previsioni shock sul lungo periodo, ecco perchè crollerà

La quotazione del petrolio è destinata a crollare nel futuro prossimo a causa dell'avvento dell'auto elettrica

Non sarà una cosa immediata, occorreranno anni, ma qualche segnale tangibile c’è già: il prezzo del petrolio è destinato a crollare, ed il primo fattore scatenante è l’avvento dell’auto elettrica, su cui tutte le principali case costruttrici stanno investendo parecchio compreso l’ambito sportivo, dove la Formula E (gare fra monoposto totalmente elettriche) sta facendo proseliti fino al punto da far tremare la Formula 1.

Molti analisti, si legge sul sito borsainside in seguito ad un’analisi apparsa su oilprice.com, sono convinti che sul lungo periodo il prezzo del petrolio subirà le conseguenze del boom dell’auto elettrica. Essi ritengono infatti che il grande crollo del greggio si verificherà a partire dal 2030 e raggiungerà il suio apice nel 2040. Si tratta quindi di tempistiche quasi bibliche. In realtà però per vedere le prime avvisaglie di questa inversione brusca di rotta causata da un campio epocale della stessa concezione di consumo occidentale, non si dovrà attendere così tanto tempo. Il grande crollo del prezzo del greggio che inizierà attorno al 2030 sarà in realtà anticipato da tutta una serie di segnali chiarissimi che si verificheranno a partire già da 2020. Quello a cui fa riferimento oilprice.com è a un possibile aumento della produzione di auto elettriche e a un miglioramento della stessa tecnologia applicata. Insomma gli anni compresi tra il 2020 e 2030 saranno i classici anni che prepareranno quello che poi vedrà la luce a partire dal 2030.

Cosa succederà da qui al 2020? Su questo range temporale le previsioni di oilprice.com sull’andamento del prezzo del petrolio sono molto più ottimistiche. Gli analisti, infatti, ritengono che ci sarà un aumento delle quotazioni. Proprio questo incremento sarà il classico segnale positivo prima del grande crollo. Il petrolio, in altre parole, costruirà il suo destino da solo. L’incremento del prezzo del greggio, infatti, non farà altro che determinare una crescente attenzione verso l’auto elettrica gettando quindi le basi per il grande shock dei prossimi anni. Per i traders che operano con l’oil con futures e Cfd c’è insomma tanto da fare per sfruttare questo cambio epocale che attende il mondo.

Leggi anche:
Banche: stangata in arrivo per chi ha il conto online
L’arbitro finanziario contro le trappole delle banche. La relazione
Attacco hacker contro UniCredit: violati i dati di 400mila clienti
Banche nel mirino hacker: sistema Swift sotto attacco
Truffe, hacker e prelievi sul conto online: come difendersi
Le banche più sicure e quelle più a rischio: la classifica aggiornata
Bail in, il decalogo per difendere i risparmi ed evitare rischi con le banche
Banche: cosa rischia il correntista col ‘bail in’. E come può difendersi
Trucchi, imbrogli e truffe delle banche italiane: come difendersi

Prezzo petrolio: previsioni shock sul lungo periodo, ecco perchè ...