Prestazioni sanitarie convenzionate, ora anche in farmacia

Esami del sangue e delle urine, elettrocardiogrammi, cicli di medicazioni e fisioterapia. Sono i nuovi servizi convenzionati che la farmacia può erogare

Non sarà un vero e proprio day-hospital sotto casa, ma le nuove prestazioni sanitarie svolte dalle farmacie pubbliche e private potrebbero davvero semplificare la vita a molti cittadini. Dal 4 maggio è entrato in vigore il nuovo regime previsto da un decreto del ministero delle Salute. Ora per ottenere servizi come esami clinici (alcuni), cicli di iniezioni o trattamenti di fisioterapia ci si può rivolgere al proprio farmacista. Il tutto sarà erogato in regime convenzionato, cioè a carico del Servizio sanitario nazionale col pagamento del solo ticket (quando dovuto).

Ecco in sintesi i servizi erogati:

  prestazioni analitiche di prima istanza: sono i test “autodiagnostici”, che possono cioè essere svolti anche in casa ma richiedono comunque una certa attrezzature e perizia. Si tratta di:

–  esami del sangue: glicemia, colesterolo e trigliceridi, emoglobina, creatinina, transaminasi, ematocrito;
esami delle urine: acido ascorbico, chetoni, urobilinogeno e bilirubina, leucociti, nitriti, ph, sangue, proteine ed esterasi leucocitaria;
esame delle feci per la rilevazione di sangue occulto;
test di gravidanza e di menopausa.

  servizi di secondo livello con dispositivi strumentali: sono gli esami che richiedono particolari apparecchiature. In particolare:

–  misurazione della pressione arteriosa (con modalità non invasive);
misurazione della capacità polmonare tramite auto-spirometria;
misurazione della saturazione percentuale dell’ossigeno;
monitoraggio dell’attività cardiaca ed elettrocardiogrammi in collegamento con i centri di cardiologia accreditati dalle regioni (telecardiologia);

  prestazioni infermieristiche: un infermiere può erogare le seguenti prestazioni:

applicazione delle prescrizioni diagnostico-terapeutiche e supporto all’auto-controllo;
–  medicazioni e di cicli di iniezioni intramuscolo;
educazione sanitaria, partecipazione a programmi di consulenza anche personalizzata, sostegno alle terapie.

  fisioterapia: su prescrizione medica il fisioterapista può erogare all’interno della farmacia e a domicilio del paziente le seguenti prestazioni professionali:

rieducazione funzionale delle disabilità motorie e psico-motorie;
definizione del programma riabilitativo per gli aspetti di propria competenza.

Le prestazioni devono essere effettuate esclusivamente da infermieri e da fisioterapisti in possesso di titolo abilitante e iscritti al relativo collegio professionale se esistente. E’ responsabilità del farmacista di accertare il possesso di tali requisiti.

Sia gli esami che le prestazioni infermieristiche e fisioterapiche devono essere eseguiti in locali adibiti e con gli adeguati requisiti strutturali. Una condizione a volte non facilmente realizzabile nelle farmacie.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prestazioni sanitarie convenzionate, ora anche in farmacia