Povertà, il Reddito d’inclusione al Cdm: interessa 1,8 milioni di persone

(Teleborsa)Il governo dichiara guerra alla povertà, vera e propria emergenza dei nostri tempi. Di pochi giorni fa l’allarme lanciato da Bankitalia sulla drammatica situazione in cui versa il nostro paese: ”Quasi una persona su otto è in condizione di grave deprivazione materiale” .
Per cercare di porre rimedio a una situazione che diventa sempre più preoccupante a causa di una crisi che di mollare la presa non vuole proprio saperne, costringendo a vivere in condizione di estrema difficoltà sempre più famiglie italiane, spesso con figli a carico, ci pensa il reddito d’inclusione.

Arriva oggi in Consiglio dei ministri per un primo esame il decreto legislativo che introduce in Italia “una misura nazionale di contrasto alla povertà”.
La misura, Reddito d’inclusione (Rei), che attua la delega approvata a marzo e segue il Memorandum d’intesa firmato ad aprile dal premier Paolo Gentiloni si rivolge a una platea di 400 mila famiglie, pari a circa 1,8 milioni di persone. Sul fronte  delle risorse, sul tavolo ci sono 1,4 miliardi per il prossimo anno e 1,56 per il 2019.

Come beneficiare del Rei – Isee massimo di 6mila euro (con tetto a 3mila per la parte reddituale), patrimonio immobiliare sotto 20mila euro (al netto dell’abitazione principale), patrimonio mobiliare da 10mila euro. I paletti: non possono beneficiarne coloro i quali nei due anni precedenti la richiesta hanno acquistato auto, moto, barche.

Il valore dell’assegno sociale – Per il prossimo anno l’importo dovrebbe aggirarsi su circa 450 euro al mese  e sarà versato ogni mese per un anno e mezzo, salvo possibilità di rinnovo.

Conditio sine qua non-  Perché l’Inps eroghi il denaro, chi ne fa richiesta deve impegnarsi in un progetto personalizzato, un piano di attivazione personale in tema di ricerca del lavoro, obbligo di cura e di istruzione per i più piccoli. Parola d’ordine inclusione – Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha sottolineato la scelta del governo di “lavorare con continuità nella logica del sostegno all’inclusione, avviata dal governo precedente con le sperimentazioni del Sia”.

Fase di monitoraggio – Per questo,  ha continuato, sarà prevista “una verifica permanente” per determinarne l’efficacia.

Povertà, il Reddito d’inclusione al Cdm: interessa 1,8 milioni...