Povertà energetica in crescita nel nostro paese: oltre 9 milioni di italiani hanno difficoltà a pagare le bollette

Aumenta, in maniera preoccupante, la platea di chi, a causa delle difficoltà economiche, non riesce a pagare la fornitura di elettricità e gas oppure è costretto a limitare i consumi

(Teleborsa) Gli aumenti delle bollette rappresentano una vera e propria stangata per le tasche degli italiani, già messe duramente alla prova da un lungo elenco di spese da sostenere.

Basti pensare che, ad esempio, dallo scorso luglio in Italia le tariffe elettriche sono aumentate del 6,5% mentre c’è stato un rincaro dell’8,2% per il gas naturale.

Numeri alla mano, infatti, secondo l’Unione Nazionale Consumatori gli aumenti dell’elettricità e del gas costeranno alla famiglia tipo, su base annua (cioè dal 1° luglio 2018 al 1°luglio 2019) 33,5 euro in più per la luce e 83,5 euro per il gas. Una stangata complessiva pari a 117 euro. Aumenti che, sempre più spesso, diventano insostenibili.

CRESCE LA POVERTA’ ENERGETICA – Anche per questo, cresce nel nostro paese la fetta di popolazione che, purtroppo, non riesce a riscaldare l’abitazione. Un dato preoccupante per un fenomeno in crescita, reso noto dal “Rapporto SDGs 2018”, eleborato dall’Istat sulla base deiSustainable development goals”, ovvero l’elenco dei 17 obiettivi, da raggiungere entro il 2030, adottati dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2015 per porre fine alla povertà, proteggere il Pianeta, assicurare prosperità all’umanità intera.
Obiettivi che, a causa della crisi, sembrano essere sempre più destinati a restare buoni propositi fissati su carta anziché messi concretamente in pratica per migliorare la qualità della vita delle persone, specie quelle già in difficoltà.

Come riporta la rivista Energia, già nel 2016 il 16,5% delle famiglie italiane non poteva permettersi di “riscaldare adeguatamente la casa”. Percentuale che corrisponde a circa 9,4 milioni di persone e che evidenzia quindi come l’obiettivo di sconfiggere la povertà energetica sia ben lontano dall’essere raggiunto.

Un’ emergenza affrontata ripetutamente e non solo dall’Onu come testimonia un’iniziativa lanciata nel 2012 dal nome “Sustainable Energy for All” che aveva proprio lo scopo di “assicurare l’accesso a sistemi di energia moderni, sostenibili, sicuri a prezzi sopportabili per tutti”. Un’emergenza che però rischia di rimanere tale, anche alla luce dei costanti rincari delle bollette.

UNA CRESCITA PREOCCUPANTE – Un fenomeno di strettissima attualità, in crescita, da diverso tempo al centro dell’agenda, sia delle istituzioni e delle ong che si occupano di disagio sociale, sia da parte di chi segue i temi dell’energia che diventa sempre più preoccupante visto che si sta diffondendo a macchia d’olio, coinvolgendo anche la parte più avanzata dell’Unione Europea e, appunto, l’Italia.

Povertà energetica in crescita nel nostro paese: oltre 9 milioni di i...