Ponte sullo Stretto, Renzi: “Noi siamo pronti, può creare centomila posti di lavoro”

Il premier rilancia le grandi opere, in particolare il ponte sullo Stretto di Messina

Sul Ponte sullo stretto di Messina “noi siamo pronti, noi ci siamo. Se voi siete nelle condizioni di portare le carte e sistemare ciò che è fermo da dieci anni, noi sblocchiamo“”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, durante la cerimonia per i 110 anni di Salini Impregilo alla Triennale di Milano.

Rivolgendosi a Pietro Salini, Renzi lancia la sua “sfida”, cioè “completare il grande progetto di quella che Delrio chiama la Napoli-Palermo, per non dire Ponte sullo Stretto”.

Secondo Renzi, una grande opera infrastrutturale come quella che collega Napoli a Palermo non solo deve solo portare “posti di lavoro, 100mila posti di lavoro“, ma “che sia utile, per tornare ad avere una Sicilia più vicina e raggiungibile e per togliere la Calabria dal suo isolamento. La mia – dice ancora – è una sfida in positivo”.

Il tema degli investimenti è stato al centro dell’intervento del presidente del consiglio: l’Europa “deve ripartire dagli investimenti. Se un paese ha 89 miliardi di surplus commerciale non sta facendo solo del male a se stessa, ma anche all’Europa”. Il riferimento è chiaramente alla Germania: “Devono capire – ha aggiunto – che gli investimenti sono una priorita’”.

Ponte sullo Stretto, Renzi: “Noi siamo pronti, può creare cento...