PNRR, Mims si prepara a ricevere 59 miliardi

Cingolani: "Necessario cambiare sistema gestione denaro"

Per gestire un budget annuale aumentato di 15 volte è necessario cambiare i sistemi di gestione del denaro. È quanto afferma il ministro per la Transizione ecologica, Roberto Cingolani, parlando delle risorse che arriveranno al Mite in base al Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

“La vera sfida adesso – spiega Cingolani in un’intervista al Corriere della Sera – è mettere in pratica i progetti essenziali per avviare celermente la transizione massiccia verso le rinnovabili che a loro volta ci consentiranno i grandi salti verso la mobilità elettrica, l’abbattimento delle emissioni dei settori industriali cosiddetti hard to abate, la produzione di idrogeno verde. È importante ricordare che i tempi li detta la Commissione europea e che quindi dovremo fare un enorme sforzo per rispettare la tabella di marcia per l’utilizzo dei fondi Pnrr”.

In tale scenario, per il ministro, “uno dei punti chiave è che nei prossimi anni dovremo gestire, monitorare e impiegare grandissime quantità di denaro rispetto al passato, e dovremo adattare i nostri sistemi di gestione in maniera opportuna. Se penso al ministero della Transizione ecologica si passerà da un budget annuale di circa 1 miliardo a un budget di oltre 15 miliardi”.

Un’opportunità ma anche un impegno che richiederà – ha sottolineato il ministro – di adeguare e potenziare le strutture di gestione. “Però – ha proseguito Cingolani –mi sembra una buona notizia: non capita spesso di dover fare cambiamenti perché ci sono risorse molto più grandi del passato da gestire”.

Il ministero per la Transizione ecologica con il Pnrr riceverà complessivamente 59 miliardi. “Ce ne sono circa altrettanti per l’istruzione e la formazione – ha evidenziato il ministro –. Direi che si tratta di oltre 20 miliardi che daranno un grande impulso al capitale umano giovane, alla ricerca e allo sviluppo. Sono molto ottimista”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PNRR, Mims si prepara a ricevere 59 miliardi