Patrimoniale: dai contanti all’oro, i beni che sfuggono all’imposta

La patrimoniale è uno degli sgtrumenti cui potrebbe affidarsi lo Stato per la ripartenza post-Covid.

E’ un’idea a mezz’aria, di cui si sussurra senza mai parlarne apertamente. Ma certo l’ipotesi di una tassa patrimoniale in autunno è tutt’altro che peregrina, considerato lo stato dei conti pubblici italiani e le tempistiche non brevi per il denaro europeo del Recovery fund.

Ci si muove rigorosamente nel campo scivoloso delle ipotesi. Ma qualche indizio c’è. In occasione della presentazione del decreto Rilancio, il Presidente del Consiglio Conte ha chiamato in causa il risparmio privato degli italiani, etichettatandolo come una delle ragioni di forza dell’economia del nostro Paese.

Parole sibilline che hanno riacceso i timori di un rischio per le tasche delle italiani che, in un baleno, sono tornati all’ormai lontano 1992 quando cioè il Governo Amato diede il via, nella notte, ad un “prelievo” del 6 per mille sui conti correnti degli italiani che lui stesso defini un “male necessario” . Corriamo ancora questo rischio? C’è da dire che nei giorni scorsi il Ministro dell’Economia, Gualtieri è intervenuto dichiarando che la patrimoniale non è nel programma di Governo e quindi non sarà realizzata.

Per ora, il Tesoro sembrerebbe aver imboccato la strada dei Titoli di Stato per reperire risorse confortato dal grande successo del BTP Italia, ma anche quello del nuovo BTP a 10 anni lanciato successivamente, in attesa di vedere che succederà con il BTP Futura in collocamento a inizio luglio.

Tuttavia è bene sapere che alcuni beni sfuggono alla patrimoniale, ovvero quelli di cui lo Stato ignora l’esistenza. La casa , l’auto, un conto corrente, sono beni facilmente aggredibili. Discorso diverso per contanti, oro e pietre preziose.

Contanti
I soldi contanti tenuti, come si suol dire, sotto il materasso, non potranno mai essere tassati. E’ legale tenerli? Sì se sono frutto di una attività lecita su cui si pagano le tasse. Il denaro legittimamente guadagnato, dichiarato e tassato, diventa mio e ne faccio quello che voglio. Il problema, piuttosto, è nella nuova stretta al contante che sarà operativa dal 1° luglio.

Oro
E questo è un secondo bene che sfugge alla patrimoniale. Lingotti d’oro, oppure monete d’oro, sfuggono alla imposta sui patrimoni. Non solo, possono essere anche una interessante e profittevole forma di investimento.

Pietre
E’ un tipo di impiego del risparmio che attualmente va molto di moda. Acquistare pietre preziose, come i diamanti è una forma di risparmio anche redditizia. Ed è comodo e relativamente semplice conservarli e trasportarli. Si possono mettere in piccolissimi spazi, per esempio cassette di sicurezza bancarie, o in piccole casseforti in casa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Patrimoniale: dai contanti all’oro, i beni che sfuggono all&#821...