Passaggio al nuovo digitale terrestre: arrivano le agevolazioni sul cambio tv

Arriva un fondo di 151 milioni di euro per agevolare la sostituzione degli apparecchi tv non compatibili con il digitale terreste di seconda generazione

151 milioni di euro di incentivi: è questa la somma che il Governo ha stanziato per il bonus tv 2019.

Il fondo è destinato a coloro che dovranno cambiare televisore in vista dell’adeguamento allo standard di trasmissione televisivo DVB (Digital video broadcasting) T2. Il termine ultimo per fare il cambio tv sarà il 2022, ma l’agevolazione economica parte già dall’anno corrente.

Solo qualche anno fa l’analogico lasciava spazio al digitale terreste e anche in quel caso fu necessario sostituire i vecchi televisori con quelli nuovi. Dal 1° luglio 2022 invece, si passerà in maniera definitiva al digitale terrestre di seconda generazione. Attualmente è in vigore lo standard DVB T1, ovvero il digitale terreste che però a partire dal 2020 sarà aggiornato a T2, ovvero a dei dispositivi di nuova generazione. Nel corso del biennio 2020-2022 ci sarà il passaggio graduale da uno standard all’altro.

Alla base dell’aggiornamento al nuovo standard di trasmissione del segnale tv, c’è la liberazione delle frequenze indispensabili per la rete mobile 5G che consentirà connessioni molto veloci.

Non tutti i televisori dovranno essere sostituiti, ma sarà necessario comprendere quando optare per l’acquisto di un nuovo apparecchio tv. Con lo standard DVB T2 i canali cambieranno di frequenza per cui diventerà indispensabile avere un televisore adeguato al nuovo sistema. Per capire se la tv in possesso è compatibile o meno, basterà ad esempio consultare il libretto di istruzioni o in alternativa si può controllare se la tv presenta la dicitura DVB-T2 o H265/HEVC. In questi casi si potrà non acquistare una nuova tv, diversamente sarà indispensabile farlo.

A chi è destinato il bonus tv 2019

Potranno usufruire dello stanziamento coloro che tra il 2019 e il 2021 acquisteranno una tv compatibile con il nuovo standard o un decoder che porti il segnale a una tv più obsoleta. Il fondo di 151 milioni di euro messo a disposizione dal Governo, andrà a finanziare lo sconto per l’acquisto del nuovo apparecchio tv oppure la detrazione fiscale. In una prima fase, questo bonus sarà però rivolto agli over 75 con un reddito inferiore agli 8.000€, esenti dal pagamento del canone Rai e per l’acquisto di un solo televisore. Bisognerà attendere ancora per capire se anche altre categorie potranno accedere a questa agevolazione.

Passaggio al nuovo digitale terrestre: arrivano le agevolazioni sul ca...