Pagare una multa con il Bancomat costa di più: occhio alle commissioni

Pagare le multe non è un'operazione molto gradevole, ma attenzione se usate il Bancomat: potrebbero esserci commissioni in aggiunta

L’argomento è molto “caldo”, visto che a partire dal 30 settembre diventerà obbligatorio l’utilizzo del Bancomat per i commercianti, pena una multa di 30 euro per ogni “no” al cliente. Alcune categorie, a dire la verità, saranno esentate dal provvedimento, ma nonostante la nuova normativa, accompagnata dalla direttiva UE riguardo il diminuire i costi sui pagamenti effettuati con il POS, prende forma un interessante paradosso nel nostro Paese.

Se siamo noi a dover pagare una multa, abbiamo la possibilità di effettuare il saldo con il Bancomat, ma a seconda della modalità che scegliamo potremmo avere una spiacevole sorpresa: oltre all’importo da pagare, arriva una commissione in aggiunta. Se i commercianti si sono sollevati riguardo l’obbligatorietà, visto che per ogni pagamento il 2% va in tasse, ecco che anche chi si trova a saldare il proprio debito con lo Stato si trova in una situazione ancora più spiacevole.

Come possiamo pagare una multa? Il metodo più diretto è il pagamento in contanti, che rimane l’unico modo certo, a questo punto, per non sborsare euro in più per le commissioni aggiuntive. Poi, possiamo pagare con Bancomat o carta di credito, ma attenzione: se vi recate alla Polizia stradale la sovrattassa è di 5 euro, mentre varia a seconda del Comune se vi rivolgete alla sede della Polizia locale. Un’altra possibilità? I Carabinieri, ma potrete pagare la multa soltanto in contanti, oppure on line tramite il sito delle Poste Italiane, ma anche qui, commissioni. Decidete di recarvi proprio all’Ufficio Postale del vostro quartiere? Benissimo, potrete pagare con il metodo che preferite, ma la tassa vi aspetta al varco.

Per i cittadini che devono regolare i conti con lo Stato, dunque, è necessario prestare molta attenzione in caso si voglia saldare grazie alle carte elettroniche, e c’è di più. Come previsto dalla legge, dal 2010 è possibile ottenere uno sconto del 30% in caso di pagamento immediato della multa, ma attenzione: se procedete per via telematica o elettronica, dovete stare attenti alla tempistiche dell’effettivo incasso: non dovete superate i cinque giorni permessi dalle normative. In caso contrario, anche in caso abbiate assolto al vostro dovere di cittadini presentandovi puntuali agli uffici o effettuando il pagamento in rete entro i giorni previsti, potreste perdere il vostro “bonus sconto” e pagare interamente l’importo della multa.

Pagare una multa con il Bancomat costa di più: occhio alle commi...