Pagare in contanti ci fa risparmiare e ci rende più felici

I pagamenti in contanti possono aiutare a risparmiare. Nonostante le varie carte siano più comode, possono rendere gli acquirenti più tristi. Ecco le ragioni

I pagamenti in contanti, ormai soppiantati dalle carte di credito e di debito, potrebbero essere la soluzione a molti problemi economici. Nonostante le carte siano più comode da utilizzare, ci sono in realtà più aspetti positivi che negativi collegati ai contanti. La prima ragione per preferirli è il risparmio. In uno studio americano del 2008, gli studiosi introducevano il concetto di dolore del pagamento: quanto più questo è trasparente, tanto più sarà doloroso. Di conseguenza, le carte assopiscono questa sensazione per due motivi. Innazitutto, c’è uno stacco temporale tra l’acquisto e l’arrivo dell’ estratto conto. Inoltre, si possono accumulare spese in uno stesso pagamento, perciò una volta saldato il conto non si sarà più in grado di capire quanto effettivamente si è speso per un prodotto.

Per tutti questi motivi, le persone che snobbano i pagamenti in contanti tendono a spendere più soldi. Ma non è solo questo il problema. Infatti, secondo un’altra ricerca americana, chi utilizza carte per fare la spesa tende ad acquistare in maniera impulsiva, riempiendosi il carrello di cibi poco salutari. Il rimorso potrebbe però avvenire una volta arrivati alla cassa, quando lo scontrino lievita e i contanti se ne escono numerosi. Al contrario, i cosiddetti pagamenti contactless rendono il pagamento meno doloroso, incoraggiando gli acquirenti a comprare in maniera impulsiva e spendendo soldi inutilmente. Un altro motivo per preferire i pagamenti in contanti è che questo porta a un miglioramento della relazione con quanto acquistato, aumentandone l’attaccamento e diventando più fedeli a un certo tipo di prodotto comprato in precedenza.

Lo stesso discorso vale per le donazioni: chi le farà in contanti sarà più propenso a ripetere la buona azione. In questo caso in particolare, si renderanno felici molte altre persone. Arrivati a questo punto, è d’obbligo chiedersi quale metodo di pagamento sia veramente conveniente. Indubbiamente, il mondo attuale si sta spingendo verso metodi sempre più comodi e veloci che però tolgono la percezione della spesa. Il contante viene invece concepito come a un oggetto fuori moda, sospettoso e puzzolente, utilizzato solamente per affari illeciti che non vogliono essere tracciati. In realtà, è l’unico metodo di pagamento che in un certo senso ci può far mantenere il contatto con un’economia reale, aiutandoci a risparmiare e ad essere più felici e coscienti dei nostri acquisti. Insomma, la virtù sta nel mezzo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pagare in contanti ci fa risparmiare e ci rende più felici