Pagare a rate con la carte di credito: 5 cose da sapere

Come funziona il pagamento a rate con carta di credito? Ecco cosa sapere sul pagare a rate con carte MasterCard o Visa. 

Come funziona il pagamento a rate con l’utilizzo della carta credito? Magari non tutti lo sanno, ma è possibile effettuare dei pagamenti e sostenerli in un secondo momento, come se si trattasse di un vero e proprio finanziamento. 

Per comprendere meglio cosa siano le carte di credito a rate, presentiamo 5 informazioni che si dovrebbero conoscere sull’argomento. 

1. Le carte di credito a rate si chiamano carte revolving

Le carte di credito sono tutte legate a un conto corrente. Tuttavia, è possibile distinguere tra le carte di credito a saldo, e le carte di credito a rate

Nel primo caso, l’importo speso viene pagato in un momento successivo, che corrisponde in genere al mese dopo, in una data prefissata, variabile sulla base delle condizioni contrattuali della carta. Nel secondo, invece, quindi in quello delle carte revolving, il pagamento avviene a rate.

Scopri le migliori offerte di carte di credito a rate

2. Le carte di credito hanno un fido

Tutte le carte di credito hanno un fido: le versioni più economiche non superano, generalmente, i 1.500 euro, ma possono arrivare fino a 3.000 euro. Di cosa si tratta, di preciso?

Di un limite di spesa che non potrà essere superato e che viene anticipato dalla banca. Proprio in relazione alla presenza del fido, è possibile fare acquisti anche per importi che, in quel momento, non sono presenti sul proprio conto corrente. 

Tali importi dovranno essere restituiti: in caso contrario la carta si bloccherà e non sarà più possibile utilizzarla, almeno fino al mese successivo, ovvero quando il fido sarà nuovamente disponibile.

3. Le rate prevedono degli interessi

Nel momento in cui si sceglie una carta di credito a rate, si avrà la possibilità di poter personalizzare la rateizzazione. Le rate potranno così essere 6, 12, o anche di più. La cosa più importante da ricordare è che ci sarà un tasso di interesse da pagare

Si tratta del TAN/TAEG: le due aliquote in questione non sono fisse, ma variano a seconda della tipologia di carta di credito e della banca stessa. Si consiglia sempre di fare diverse richieste di preventivi prima di scegliere una carta di credito revolving, in modo tale da valutare la soluzione più conveniente. 

Si consiglia di fare subito un salto sul comparatore di carte di SOStariffe.it

4. Le carte revolving online costano di meno

Le carte di credito a rate possono appartenere a circuiti differenti, quali Visa, American Express, JBC (Japan Credit Bureau), MasterCard e Diners, ognuno dei quali proporrà le proprie soluzioni di pagamento rateale. 

Come nel caso di tanti altri strumenti finanziari o servizi legati a un conto corrente, è bene sapere che le carte di credito a rate legate a un conto corrente online prevedono, in genere, costi ridotti. 

Ci sarà, quindi, sempre un canone mensile o annuale per il mantenimento della carta, ma molto probabilmente non sarà eccessivo. Il fido non sarà altissimo, ma esiste comunque la possibilità di richiedere un aumento. 

Confronta le migliori carte di credito disponibili online

5. Non sempre le carte a rate convengono

Proprio in relazione alla presenza dei tassi di interesse, le carte di credito revolving potrebbero non essere delle soluzioni adatte a tutti: gli interessi potrebbero, in alcuni casi, diventare poco sostenibili. 

Per questo motivo, si consiglia sempre di analizzare bene il mercato delle carte di credito prima di richiederne una: è probabile che si riuscirà a ottenere con maggiore facilità una carta di credito a saldo. 

Se, invece, si fosse comunque interessati all’attivazione di una carta di tipo revolving, ci sarebbero alcune proposte che potrebbero risultare molto interessanti. Una arriva, per esempio, dalla banca Unicredit, che propone UniCreditCard Flexia Classic

Si tratta di una carta di credito a rimborso opzionale dedicata ai correntisti UniCredit, la quale ha un costo annuale pari a 42 euro e un costo di emissione pari a 10 euro. 

Permette di:

  • scegliere tra diverse modalità di rimborso, che siano in linea con le proprie esigenze;
  • eseguire, nei limiti della disponibilità del fido, operazioni di anticipo contante in Italia e all’estero;
  • fare pagamenti online in semplicità e sicurezza.

UniCreditCard Flexia Classic è disponibile non solo sul tradizionale supporto plastico, ma anche sul nuovo supporto in Acido Polilattico (PLA) ottenuto dal mais, con il quale si potrà contribuire alla salvaguardia dell’ambiente.

Sarà possibile rateizzare un importo compreso tra 250 e 5.000 euro, nei limiti del fido concesso e disponibile, in rate predefinite, sulla base dell’importo di rateizzazione. Per esempio, scegliendo il pagamento in 6 rate, sarà applicato un TAN dell’11,98% e un TAEG del 12,66%. Per poter sottoscrivere questa carta revolving, sarà necessario sottoscrivere prima un conto corrente Unicredit.