Pagamenti pubblica amministrazione al via. Compensandoli con le tasse le aziende non pagherebbero l’Imu per 7 anni e mezzo

Oppure con l'arretrato si costruirebbero 10 ponti sullo Stretto. Ora lo Stato vuole sbloccare 40 dei 70 miliardi complessivi dovuti alle imprese

Risparmiare 7 anni e mezzo di Imu. Oltre ogni scoppiettante promessa elettorale. Eppure si potrebbe fare davvero: basterebbe compensare i debiti della pubblica amministrazione verso le imprese con quelli delle imprese verso lo Stato, ovvero le tasse da pagare. In alternativa gli imprenditori porebbero non pagare l’Irap per più di 2 anni.

Sono i calcoli fatti dalla Cgia di Mestre partendo da un dato monumentale, i 70 miliardi di euro di pagamenti alle aziende attualmente bloccati. Ora, dopo il consenso di Bruxelles ad allentare i vincoli del Patto di stabilità, ha deciso di sbloccarne una parte: 20 miliardi quest’anno e altri 20 nel 2014. Si attende solo l’approvazione del nuovo Parlamento per dare il via all’operazione.

Un fallimento su tre dovuto ai ritardi

Poco più della metà del debito complessivo, ma pur sempre un intervento fondamentale per il mondo delle Pmi italiane. Sempre secondo una stima dell’associazione delle piccole imprese è verosimile ritenere che nel 2012 un fallimento su tre sia stato causato dai ritardi nei pagamenti. Per poco più di 3.800 delle 12.463 imprese italiane fallite (il 31% del totale) la causa principale è stata l’impossibilità di recuperare i propri crediti sia da committenti pubblici che privati.

Un debito faraonico

Per dirla in altro modo, col debito non pagato si potrebbero costruire 10 ponti sullo Stretto. La Cgia ha preso in esame le due grandi infrastrutture più discusse negli ultimi anni:

secondo l’Osservatorio Territoriale Infrastrutture, il costo per la realizzazione della Tav Torino-Lione dovrebbe aggirarsi attorno agli 8,2 miliardi di euro. Ebbene, con 70 miliardi si potrebbero realizzare ben 8 tratte e mezza;

• il costo per la costruzione del Ponte sullo stretto di Messina, invece, era stimato in 7 miliardi. Con l’importo che la Pa deve alle imprese sarebbe possibile costruirne 10.

"E’ chiaro – sottolinea Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia di Mestre – che stiamo parlando di un esercizio puramente statistico che ci consente di far capire quanto incidano sui bilanci delle aziende creditrici questi 70 miliardi di euro che lo Stato deve assolutamente onorare".
 

Pagamenti pubblica amministrazione al via. Compensandoli con le tasse le aziende non pagherebbero l’Imu per 7 anni e mezzo
Pagamenti pubblica amministrazione al via. Compensandoli con le tasse ...