Pa, solo una impresa su otto paga puntualmente i fornitori

Le imprese della Pubblica amministrazione sono sempre più ritardatarie nell'onorare per tempo i propri debiti con i fornitori

Il malcostume dei ritardi nei pagamenti è molto diffuso nel nostro Paese anche nella Pubblica amministrazione. Secondo Cribis D&B, società specializzata nella Business Information, solo il 13% delle aziende pubbliche paga a scadenza, oltre il 30% lo fa con oltre un mese di ritardo, il 10% in più del 2010. Un dato che salta all’occhio se confrontato con la media delle imprese italiane, che nel 35% dei casi pagano puntualmente.

Come riporta Repubblica, rispetto al 2010 sono cresciuti i pagatori puntuali dell’1,5% ma è anche vero che sono aumentati i ritardatari gravi, passati dal 20 al 29,6%. E per ritardatari gravi si intende quasi il 30% delle aziende della Pa.

“Il ritardo nei pagamenti ha sicuramente degli impatti molto rilevanti sui flussi di cassa di tutta la filiera ed è una criticità per le aziende italiane”, commenta Marco Preti, Ad di Cribis D&B. “Non mancano però i segnali positivi, come le Asl e la Sanità che hanno ridotto i ritardi oltre i 30 giorni o gli enti territoriali del Nordest e Nordovest che sono più puntuali nei pagamenti rispetto alla media italiana”.

Asl e Sanità infatti migliorano di 10 punti percentuali la posizione dei ritardi gravi, che scendono al 39,8%. Resta comunque un settore molto critico perché solo il 4,1% della aziende paga puntualmente.

Il Nordest è l’area che va meglio, con il 15,2% dei pagatori puntuali e il 15,4 dei grandi ritardatari: meglio del 2010 quando a pagare in tempo erano solo l’11% delle imprese della Pa. La zona che va peggio è il Meridione e le isole dove solo l’8,5% delle aziende pubbliche paga a scadenza, mentre oltre il 54,7% accumula oltre un mese di ritardo.

Leggi anche:
I paesi con le tasse più alte per le imprese
Scuola e stipendi: gli insegnanti italiani sono i meno pagati d’Europa
Pa, pagamenti entro 60 giorni e multe per i ritardi

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pa, solo una impresa su otto paga puntualmente i fornitori