Nuovo Dpcm: fiere, concerti e sport tutte le novità

Il nuovo Decreto anti Covid entra in vigore il 9 agosto con validità fino al 7 settembre

Tre su tutte: distanziamento, mascherine e obbligo di restare a casa con temperatura superiore ai 37,5 gradi. Il nuovo Dpcm, che entra in vigore da oggi 9 agosto, conferma i tre capisaldi della prevenzione, alla luce anche della risalita della curva dei contagi e dei focolai post vacanzieri.

Il Premier Giuseppe Conte ha pubblicato dunque le linee guida per il Covid-19, che saranno valide sino alla fine dell’estate, con scadenza il 7 settembre. Il successivo dovrà provvedere a risolvere tutte le questioni lasciante in stand-by, in vista della generale ripresa dell’attività lavorativa, delle scuole e della stagione calcistica.

Ma vediamo quali sono le novità di questo Dpcm, che sancisce l’attesissimo via libera a fiere e crociere, ma lascia insoluti i temi discoteche e stadi, luoghi di assembramento che per ora è meglio evitare.

Disco verde alle crociere

Le crociere potranno ripartire e la Msc Crociere, dopo un lunghissimo stop, non si è fatta attendere ed ha già annunciato la partenza del primo tour del Mediterraneo. La Msc Grandiosa salperà il 16 agosto da Genova, un vero e proprio “evento”, per trascorrere 7 notti nel Mediterraneo occidentale con scali a Civitavecchia, Napoli, Palermo e La Valletta.

Naturalmente, il nuovo decreto fissa dei rigidi protocolli di sicurezza prima dell’imbarco: dall’approfondita visita medica e questionario prima di salire a bordo alla commissione di valutazione per i casi ritenuti sospetti. In ogni caso non potranno imbarcarsi coloro che presentano i sintomi del Covid-19 (temperatura superiore a 37,5°, tosse, difficoltà respiratorie) o abbiano avuto contatti con persone contagiate.

Sì a fiere e congressi

A partire da settembre via libera anche a fiere e congressi, sulla base di protocolli messi a punto dagli esperti per evitare assembramenti.

Potrà esserci dunque il contingentamento degli accessi e l’applicazione di rigorosi protocolli sanitari, per il rispetto delle norme del distanziamento.

Discoteche ancora in attesa

Le discoteche dovranno ancora attendere, essendo luoghi tipicamente off limits per quanto concerne il distanziamento e le basilari misure di prevenzione.

Fatte salve le discoteche “estive” sui lidi, che sono già aperte con l’obbligo di restare al tavolo, il ballo in pista è ancora vietato e la situazione si rivaluterà a settembre, con l’andamento dei contagi.

Via per centri benessere e saune

Possono riaprire i centri benessere e le saune, ma con il contingentamento degli accessi ed il distanziamento di almeno due metri al chiuso. Sì alle saune, purché sia garantito il distanziamento di almeno un metro e con accesso contingentato per garantire il distanziamento necessario. Sarà necessario garantire anche una disinfezione continua ad ogni turno.

Restano chiusi invece i luoghi caldo-umidi, come ad esempio il bagno turco, a meno che non sia di uso esclusivo e con garanzia di aerazione, pulizia e disinfezione prima di essere utilizzato dal successivo cliente.

Stadi chiusi, eventi sportivi “minori” riaperti

Non riaprono per ora gli stadi di calcio, che secondo gli esperti sono soggetti a rischio troppo elevato, ma il Dpcm da un via libera di massima, a partire dal 1° settembre, alle competizioni sportive “minori”, che non superino il limite di 1.000 spettatori all’aperto e 200 al chiuso.

Consentita anche la riapertura delle competizioni nazionali ed internazionali, a minor rischio assembramento. Per la partecipazione degli atleti internazionali sono prescritte però una breve quarantena ed il tampone faringeo (negativo).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovo Dpcm: fiere, concerti e sport tutte le novità