Nuovo Decreto in arrivo ad aprile: le prime anticipazioni

Possibile incremento indennità di 600 euro autonomi e partite IVA, si va verso nuovo scostamento di Bilancio

Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, in audizione alle commissioni Bilancio di Camera e Senato ha fornito alcune anticipazioni sul prossimo Decreto e sulle misure per affrontare l’emergenza Coronavirus.

Il decreto è atteso entro metà aprile, in modo tale che sia operativo prima della scadenza fiscale del 16 del mese. In buona parte sarà un potenziamento di quello di marzo, ma il Parlamento è stato sollecitato affinché apporti proposte nuove piuttosto che concentrarsi su quelle già in vigore.

Possibile aumento autonomi
Fra le misure in cima all’agenda c’è l’indennità di 600 euro per autonomi e Partite IVA. Gualtieri esprime la disponibilità del Governo “ad affinare e potenziare” l’indennità per il mese di aprile, anche definendo “modalità di sostegno più adeguate e più mirate”. E Conte in Parlamento ha anticipato l’impiego di altri 25 miliardi nel breve.

Liquidità imprese
In vista anche nuove misure per la liquidità delle imprese, con particolare attenzione alle PMI, cui servono altri 15 miliardi nei prossimi tre mesi perché si possa evitare il collasso di molte di esse. Si interverrà sia attraverso il Fondo di Garanzia che attraverso il canale bancario. Per intanto l’obiettivo è quello di far partire le misure inserite nel dl 18/2020 il più velocemente possibile.

Cassa integrazione
Nei prossimi giorni saranno disponibili le procedure per chiedere l’indennità da 600 euro e quelle per la cassa integrazione: qui c’è un’ulteriore precisazione. Il pagamento della cig con causale Covid – 19 avverrà entro 30 giorni dalla presentazione della domanda, quindi con tempi molti veloci rispetto al normale andamento di questo ammortizzatore.

Altre precisazioni sull’operatività delle misure del Cura Italia: a breve arriveranno i provvedimenti per la sospensione delle rate mutuo prima casa. Il Governo sta anche pensando alla “disapplicazione delle sanzioni” per i ritardi dei versamenti fiscali in scadenza il 20 marzo in tutti i casi collegati all’emergenza Coronavirus.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovo Decreto in arrivo ad aprile: le prime anticipazioni