Nuovi Lea 2017: vaccini gratis e novità per la fecondazione assistita

Vaccini gratuiti, eterologa rimborsata in tutte le Regioni, riconoscimento di oltre cento malattie rare. Ecco cosa cambia

Vaccini gratis per tutti, nuove terapie oncologiche,  il riconoscimento di oltre cento malattie rare e l’introduzione della fecondazione eterologa: cambiano dopo 15 anni i Lea (Livelli essenziali di assistenza) che individuano e garantiscono le prestazioni assicurate dal Servizio Sanitario Nazionale. Si rinnova il Nomenclatore nel quale entrano nuovi ausili protesici, ma allo stesso tempo vengono tagliate le prestazioni ritenute non utili.
Lea non sono ancora in vigore: lo saranno entro fine mese, dopo il visto della Corte dei conti e la pubblicazione sulla Gazzetta. Poi entreranno ufficialmente in vigore, con le Regioni chiamate ad adeguarsi.

VACCINI GRATIS PER TUTTI 

Vaccini gratis per tutti, senza pagamento del ticket. La novità è arrivata con l’ultimo piano vaccinale, collegato ai nuovi Livelli essenziali di assistenza. Anti Pneumococco e Zoster per gli anziani, anti Meningococco b, Rotavirus e Varicella per i più piccoli, anti Papillomavirus anche agli adolescenti maschi. Sono alcuni dei nuovi vaccini che saranno offerti a breve gratuitamente dal Sistema Sanitario Nazionale. Si andranno infatti ad aggiungere a quelli già disponibili gratuitamente. In sintesi:

  • meningococco B;
  • rotavirus e varicella nei nuovi nati;
  • HPV nei maschi undicenni;
  • meningococco tetravalente ACWY135 e richiamo anti-polio con IPV negli adolescenti;
  • pneumococco ed Herpes Zoster per persone con un’età uguale o superiore a 65 anni;
  • anti-epatite A e B per categorie a rischio, come i tossicodipendenti e i soggetti affetti da epatopatie croniche

Per queste vaccinazioni è prevista la gratuità del servizio perché rientra nella logica della prevenzione sanitaria di massa.

I soggetti che avranno diritto alla nuova linea delle vaccinazioni sono:

  • i nuovi nati (che dovranno fare oltre ai cicli di base anche gli eventuali richiami);
  • gli adolescenti;
  • i soggetti di età pari o superiore a 65 anni;
  • i soggetti a rischio di tutte le età.

NUOVE CURE E TRATTAMENTI
Tra le novità con i i nuovi Lea c’è anche la fecondazione eterologa che verrà rimborsata in tutte le Regioni, Lombardia compresa. Novità anche per le future mamme: epidurale, infatti, per le donne che partoriscono naturalmente e screening neonatali.

MALATTIE RARE E CRONICHE ESENTI
Potranno beneficiare dell’esenzione dal pagamento una categoria ampliata di malattie rare. Con i nuovi Lea 2017 le malattie rare erogate in regime di esenzione saranno estese ad ulteriori 110 patologie e tra quelle incluse ci sono sarcoidosi, sclerosi sistemica progressiva, miastenia grave, sindromi da neoplasie endocrine multiple.

Tra le malattie croniche esenti vengono introdotte 6 nuove patologie:

  • sindrome da talidomide;
  • osteomielite cronica;
  • patologie renali croniche;
  • rene policistico autosomico dominante;
  • endometriosi negli stadi clinici “moderato” e “grave;
  • broncopneumopatia cronico ostruttiva negli stadi clinici «moderato», «grave» e «molto grave».

Malattia cronica anche l’autismo, la celiachia, la sindrome di Down e le connettiviti indifferenziate. Per quanto riguarda l’autismo, l’esenzione non è l’unica novità, in quanto i nuovi Lea prevedono maggiore qualità dell’assistenza, anche volta all’integrazione sociale.
Per queste patologie riconosciute come croniche e rare è prevista l’esenzione di tutte le prestazioni erogate in regime di specialistica di ambulatorio necessarie per il monitoraggio della patologia e la prevenzione di complicazioni e aggravamenti.

Leggi anche:
Endometriosi: riconosciuto il diritto all’esenzione. Si pagherà solo il ticket
Case e farmaci low cost: ecco dove fuggono gli italiani
Sanità, in arrivo i nuovi Lea. Cosa cambia per ticket, ricoveri e cure
Vaccini, i medici che li sconsigliano rischiano la radiazione
Tutto sui vaccini

Nuovi Lea 2017: vaccini gratis e novità per la fecondazione assi...