Novità per i pagamenti con carta di credito: non è necessaria la carta d’identità

Dal 1° Gennaio 2016 non è più obbligatorio mostrare la Carta d'Identità durante il pagamento con Carta di Credito; il pagamento deve comunque essere consentito

Niente Carta d’Identità al momento del pagamento con Carta di Credito; se il negoziante o la cassiera del supermercato richiedono di mostrare un documento per procedere con il pagamento il cliente può arrivare a denunciare questo piccolo abuso, non più consentito dalla Legge di Stabilità del 2016. Sono tante le nuove norme che regolano i pagamenti con Carta di Credito o di Debito, tra cui l’obbligo per gli esercenti di permettere alla clientela di saldare i conti con moneta elettronica, senza utilizzare i contanti, per spese superiori ai 5 euro.

Cambiano le regole, devono cambiare anche le abitudini degli italiani. La nuova Legge di Stabilità ha infatti introdotto una serie di norme per favorire l’utilizzo di Carte di Credito e di Debito, per evitare la circolazione di denaro contante, che favorisce la mancanza di fatturazioni da parte dei negozi e quindi l’evasione fiscale. La richiesta di esibire un documento è oggi concessa solo ai pubblici ufficiali, quindi Polizia, Carabinieri, Vigili urbani. Ma non solo, sono Pubblici Ufficiali anche gli Insegnanti, i Presidi, i Presidenti dei Seggi elettorali. Non lo sono di certo le cassiere dei supermercati ed i negozianti, per i quali può scattare la denuncia.

Se un negoziante dovesse negare la possibilità di pagamento al cliente che non esibisce il documento è possibile denunciare il fatto a cui seguirà una multa per il commerciante poco cortese. Fino allo scorso anno le cassiere potevano richiedere l’esibizione del documento di identità non perché fossero considerate Pubblici Ufficiali, ma perché potevano negare la possibilità di pagamento al cliente senza documenti. Si trattava quindi di una sorta di concessione garantita dal cliente, non di un obbligo stabilito dalla legge.

Gli unici casi in cui è obbligatorio presentare il documenti di identità sono: l’acquisto di Sim telefoniche per un nuovo numero telefonico cellulare; la stipula di un contratto di fornitura di servizi, come quello per la corrente elettrica, per il gas o per l’acqua. In qualsiasi altra occasione è consigliabile evitare di mostrare il proprio documento all’interno di un negozio. In questo modo si possono anche evitare alcune frodi, visto che il personale non in buona fede potrebbe anche trattenere una copia dei documenti e dei dati riguardanti le Carte di Credito o di Debito, per poi utilizzarli per sottrarre denaro agli ignari clienti.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Novità per i pagamenti con carta di credito: non è necessaria la car...