Non ho la carta di credito: 3 consigli per sceglierla

Come scegliere carta di credito: ecco alcuni suggerimenti da prendere in considerazione per richiederne una per la prima volta. 

Carta di credito: come funziona? È senza dubbio la prima domanda che si sarà posto chi non ha mai richiesto una carta di credito e non ne conosce le potenzialità e le differenze rispetto ad altre carte di pagamento. 

Che differenza c’è tra la carta di credito e la carta di debito? Intanto, c’è un elemento in comune, ovvero che entrambe le carte sono legate a un conto corrente. Questo significa che in entrambi i casi i soldi di una transazione saranno prelevati direttamente dal conto. 

Tuttavia, il modo in cui vengono sottratti i soldi è leggermente diverso. Mentre con la carta di debito l’importo viene scalato subito dal conto, nel caso di una carta di credito, i soldi sono addebitati in un momento successivo

Fatta questa prima fondamentale premessa, ecco alcuni consigli utili per scegliere una carta di credito nel modo migliore possibile, individuando la soluzione che si adatta meglio alle proprie esigenze di pagamento.

Scopri qual è la migliore carta di credito del momento

1. Attiva un conto corrente online

Abbiamo detto che una carta di credito non può esistere senza un conto corrente (il conto e la carta possono comunque appartenere anche a due enti differenti, anche se è più semplice ottenere una carta di credito dalla propria banca). 

Per questo motivo, il punto di partenza da considerare per poter poi richiedere una carta di credito è l’attivazione di un conto corrente. Considerato che la carta di credito potrebbe avere dei costi di gestione (e non sempre è così), si consiglia di puntare direttamente sui conti correnti online a zero spese

Si tratta di conti che funzionano esattamente come un conto corrente tradizionale a livello di funzionalità e di operazioni che si possono portare a termine, con la differenza che si possono gestire direttamente da casa (da smartphone o PC) e che solitamente prevedono condizioni economiche vantaggiose, quali l’assenza del canone mensile di gestione e di costi canonici, quali le commissioni sui bonifici o sui prelievi di contante. 

Dopo avere attivato un conto online, sarà più semplice anche richiedere l’emissione di una carta di credito, che potrà essere inviata anche tramite l’utilizzo dell’applicazione legata al conto corrente. 

Confronta le carte di credito gratis da attivare direttamente online 

2. Effettua un’analisi di tipo comparativo

Il modo migliore per poter trovare il conto corrente con carta di credito che si adatta meglio alle proprie esigenze di gestione consiste nell’effettuare un’analisi di tipo comparativo tra le diverse soluzioni disponibili. 

In questo modo, si potrà sapere in anticipo e confrontare al meglio i conti che:

  • prevedono il canone gratuito per sempre o solamente per un determinato periodo di tempo, o ancora se vengono rispettate determinate condizioni;
  • sono legati a una banca sicura e affidabile: in questo senso, si consiglia anche di prendere in considerazione le recensioni online che sono state lasciate da altre utenti;
  • i costi della carta di credito legata al conto, il circuito di appartenenza, come per esempio MasterCard, VISA o American Express, la tipologia (tra carta a saldo o a rate) e il plafond della stessa, con eventuale possibilità di poterne richiedere l’aumento. 

Inoltre, si potranno valutare le condizioni da rispettare per poter ottenere la carta di credito, le quali solitamente si ottengono solo in seguito a una verifica di alcuni requisiti reddituali che dovranno essere posseduti dal soggetto richiedente (questo è anche il motivo per il quale è più facile e veloce attivare una carta di credito con la banca con la quale si ha un conto attivo da diverso tempo).

Scegli una nuova carta di credito online 

3. Punta su una carta di credito gratuita

Molti ritengono che le carte di credito siano strumenti d’élite, quindi che debbano essere richiesti soltanto da clienti abbienti, con stipendi elevati. Ciò può essere vero nel caso di carte di credito con plafond esorbitanti, quindi che si aggirano intorno ai 100.000 euro. 

Per capire questo aspetto, è bene chiarire il concetto di plafond: si tratta di una somma associata alla carta di credito, che permette di pagare anche per importi che non si possiedono al momento dell’acquisto sul proprio conto corrente – e che dovrà, ovviamente, essere restituita alla banca nel giorno previsto dalle condizioni della carta. 

Oggi, invece, le carte di credito sono strumenti accessibili a molte più persone: non solo si possono avere carte di credito con plafond fino a 3.000 euro a costi annuali molto vantaggiosi, ma ci sono anche carte di credito gratuite. 

In alcuni casi potrebbe trattarsi di carte gratis soltanto per un determinato periodo di tempo, mentre in altri di strumenti di pagamento a costo zero, quindi senza il tradizionale costo del canone di mantenimento, solo nell’ipotesi in cui vengano spesi determinati importi ogni mese.