Non hai i soldi per la spesa? Arriva il microcredito lampo con interessi mostruosi. Da noi è reato ma a Londra un successo

In un anno con gli interessi composti si arriverebbe al 4.200%. Ma un sito inglese spopola erogando in 15 minuti prestiti di importo e durata ridotta

Quando non ci sono i soldi per fare la spesa o per pagare le bollette non si va molto per il sottile. Se trovi qualcuno che te li presta in un quarto d’ora senza burocrazia e senza chiederti impossibili garanzie sei disposto anche ad accettare interessi alti. Addirittura stratosferici: 4.200% su base annua. Vuol dire che se il prestito venisse ripagato a distanza di un anno, il debitore dovrebbe restituire una somma pari a 42 volte il capitale iniziale.

Se questa cosa vi succede in Italia siete finiti nelle mani di uno strozzino. Ma in Inghilterra – dove non esiste il reato di usura e la legge non fissa una soglia massima per gli interessi – un prestito a tassi del genere non solo è lecito ma diventa addirittura un successo.

E’ il caso del sito Wonga.com che eroga microprestiti lampo in maniera del tutto trasparente. Inserite la cifra che vi serve (max 400 sterline, cioè circa 460 euro al cambio attuale) e in quanto tempo intendete restituirla (max 30 giorni) e saprete immediatamente quanto dovrete restituire alla scadenza. Vi verranno poi chieste, sempre online, alcune informazioni personali e un “algoritmo comportamentale” analizzerà la vostra richiesta, rispondendovi in pochi minuti. Sebbene i due terzi delle richieste vengano respinti, i prestiti erogati sono stati più di 1,5 milioni in quattro anni.

Un interesse mostruoso, ma nel piccolo non fa paura

Un esempio: per un prestito di 200 sterline da restituire in 1 settimana vengono richieste 19,88 sterline in più, ovvero il 9,54% di interesse. Ma a fianco c’è il Representative APR, cioè l’interesse annuo a cui si concedono i prestiti: 4214%. Da brividi. In realtà però questa cifra mostruosa è il calcolo, obbligatorio per legge, dell’interesse composto (cioè gli interessi sugli interessi) se il prestito fosse ripetuto per la stessa durata fino ad arrivare a un anno. Riportando il solo interesse semplice su base annua (ovvero 9,54 x 52 settimane) si arriva al 497%. Un tasso che da noi farebbe comunque scattare le manette.

Invece in Gran Bretagna il business ha un successo enorme al punto che il suo fondatore Errol Damelin, di origine sudafricana, è appena entrato nella prestigiosa lista degli “Imprenditori dell’anno” selezionati dalla società di consulenza Ernst & Young. Il segreto sta nell’importo modesto e nella durata minima del prestito. Così un interesse che può sembrare spaventoso se considerato in percentuale annua sulla carta, diventa assolutamente affrontabile se in valore assoluto si riduce a qualche decina di sterline.

A chi lo accusa di approfittare di poveri e disperati – riporta la Repubblica –  Damelin risponde imperturbabile: “Non è vero. Il nostro cliente medio ha un reddito di 22mila sterline l’anno. Certo, il tasso annuo che applichiamo è enorme, ma non diamo prestiti annuali o mutui decennali per la casa: il nostro prestito medio è di 400 sterline, restituite in 15 giorni. Siamo come il black cab: certo che è caro pagare 12 sterline per un taxi alle 2 del mattino che attraversa il centro di Londra, ma a qualcuno può fare comodo”.

Non hai i soldi per la spesa? Arriva il microcredito lampo con interes...