Nel 2016 reati contro la Pubblica Amministrazione per 10 miliardi di euro

Una bella fetta degli illeciti riguarda gli appalti pubblici

(Teleborsa) Spesso sul banco degli imputati per ritardi e inadempienze, stavolta invece, se fossimo all’interno di un’aula di tribunale e fosse in corso un processo, la tanto bistrattata Pubblica Amministrazione (nella maggior parte dei casi, ahimè, a ragione, visto che in fatto di qualità anche in Europa è in zona retrocessione, collocandosi al 17° posto su 23 paesi europei analizzati) sarebbe  la “vittima”.

Non solo, dunque, martello. A volte è anche incudine. Nel 2016, infatti, i reati contro la Pa, hanno “fruttato” una somma totale pari a circa 10 miliardi di euro. Ce n’è per tutti i gusti. Tantissimi, infatti, i settori interessati: si va dagli appalti alle pensioni, passando per le frodi nella percezione di rimborsi.

A dirlo sono i dati resi noti dall’ultimo rapporto annuale della Guardia di finanza, elaborati dall’Adnkronos, secondo i quali più della metà della somma si trova sotto la voce “danni erariali segnalati” per responsabilità amministrativa, che ammonta a 5,392 miliardi di euro.

Una bella fetta degli illeciti riguarda gli appalti pubblici, con la segnalazione di “somme oggetto di assegnazione irregolare” che arrivano a 3,390 miliardi di euro. Poi ci sono le frodi nella richiesta e percezione delle risorse a carico dei bilanci degli enti locali, nazionale e dell’Unione europea, che arrivano a 777 milioni di euro.

Ammontano, invece, a 163 milioni le frodi che coinvolgono la spesa previdenziale, sanitaria e le prestazioni sociali agevolate.

Il maggior numero di soggetti denunciati è accusato di aver commesso reati relativi alla “spesa previdenziale, spesa sanitaria e prestazioni sociali agevolate” per un totale di 17.354 denunce/verbalizzazioni.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nel 2016 reati contro la Pubblica Amministrazione per 10 miliardi di e...