Mutui, la moratoria partirà da febbraio

Rate sospese per chi ha perso il lavoro, tetto a 150mila euro

Ora c’è una bozza d’accordo fra l’Abi e le associazioni dei consumatori. Con tutta probabilità la moratoria dei mutui scatterà da febbraio. Secondo quanto riferisce l’Ansa venerdì 18 dicembre è prevista la firma di un documento comune.

Secondo l’intesa, l’iniziativa riguarderà i mutui non superiori a 150mila euro, richiesti alle banche per l’acquisto dell’abitazione principale. Ne beneficeranno le famiglie che si sono trovate in difficoltà nel corso del 2009. Il reddito del titolare del mutuo non deve superare i 40mila euro annui.

La sospensione delle rate per 12 mesi sarà applicata  a chi ha perso il lavoro, ma pure in caso di morte, non autosufficienza, sospensione o riduzione dell’orario di lavoro per almeno 30 giorni. Queste circostanze devono essersi verificate tra il 1° gennaio 2009 al 31 dicembre 2009.

L’Abi ha dato la disponibilità anche a estendere a 180 giorni il limite massimo di ritardo nel pagamento oltre il quale la moratoria non si applica. Dunque più disponibilità nei confronti di chi è stato moroso fino a un massimo di 6 mesi, sempre a causa dell’aggravarsi delle condizioni economiche familiari.
La moratoria, è chiarito nella bozza del documento, “non comporta l’applicazione di interessi di mora per il periodo di sospensione, durante il quale restano valide le clausole di risoluzione previste dal contratto di mutuo”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mutui, la moratoria partirà da febbraio