Mutui e affitti, mai così tante famiglie in difficoltà

Situazione peggiore al Sud

(Teleborsa) Oltre il 5% delle famiglie italiane non riesce a pagare mutui e affitti e, l’area con il maggior tasso di famiglie in sofferenza, è al Sud. Il 6,9%, infatti, fatica a pagare l’affitto al proprietario di casa o il mutuo banca.

E’ la triste fotografia scattata dall’Istat, sul 2015, secondo cui si tratta del peggior dato dall’inizio della rilevazione dell’istituto di statistica sulle condizioni di vita degli italiani, nel 2004.

Ancora una volta a soffrire è il Sud, mentre al Nord i debitori sono più puntuali nei pagamenti, in particolare al Nord Est.

A fare la differenza è anche l’età: tra gli under 35 la percentuale sale al 12% contro l’1,5% degli over 65, con i pensionati che accumulano meno ritardi, mentre i disoccupati sono chiaramente più in difficoltà (18,9%).

I conti tornano considerando che il 71,6% delle famiglie, secondo quanto emerge dall’indagine, ha dichiarato che risparmiare ormai è diventata una “missione impossibile”.

D’altronde, tra il 2010 e il 2015, la CGIA di Mestre ha ricordato che gli italiani hanno subito una stangata da 30 miliardi di euro in tasse. Ciò, a causa di un incremento del 6,3% delle tasse versate allo Stato (IRPEF, IRES, IVA) e dell’8,1% di quelle locali (ICI-IMU, TASI, addizionali IRPF, IRAP). Il PIL nominale, invece, è cresciuto solo del 2,4%.

“Tutto questo, ha sottolineato il coordinatore dell’Ufficio studi degli artigiani mestrini, Paolo Zabeo, ha provocato un deciso aumento dell’esclusione sociale e della disoccupazione”.

Nei giorni scorsi, anche l’ultima elaborazione mensile di Confcommercio, sull’indice di disagio sociale, ha mostrato un quadro ancora preoccupante. Una situazione che determina uno stato d’incertezza nelle famiglie, i cui comportamenti di consumo restano improntati alla cautela.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mutui e affitti, mai così tante famiglie in difficoltà