Effetto Covid sui mutui, famiglie e lavoratori in difficoltà con le rate

Tra i mutuatari che fanno più fatica, i lavoratori autonomi, quelli del commercio e della ristorazione. L'indagine di Banca d'Italia

La crisi scatenata dall’emergenza Coronavirus sembra infatti aver causato difficoltà serie a molti cittadini intestatari di mutui, che stanno facendo più fatica a stare al passo con le rate. È questa la situazione fotografata dall’indagine straordinaria sulle famiglie condotta dalla Banca d’Italia e riportata nella Relazione annuale di palazzo Koch.

Le categorie più in crisi

Ad aprile, in particolare, “il 38% dei mutuatari ha affermato di avere difficoltà nel pagare le rate a causa dell’epidemia di Covid-19″. Una percentuale molto alta, che cresce ulteriormente in alcune categorie: soprattutto, “tra i lavoratori autonomi e tra quelli impiegati nel settore del commercio e della ristorazione (52% e 64%, rispettivamente)”.

Un fenomeno che, spiega l’indagine, è da collegarsi all’impatto economico subito dalle famiglie italiane a causa dei provvedimenti di sospensione delle attività produttive adottati in risposta all’emergenza sanitaria.

I numeri dell’indagine

Secondo l’indagine, che è stata condotta su un campione di oltre 3mila individui, tra gli indebitati per finalità di consumo, la quota di quelli che si trovano in difficoltà con il pagamento delle rate è, in media, del 34%. “Gli individui”, spiega la relazione, “che hanno dichiarato di avere accumulato risparmi sufficienti per i consumi essenziali (cibo, riscaldamento, igiene, ecc.) e, se indebitati, per il pagamento delle rate per non più di tre mesi, sono il 38% del totale“.

La percentuale, però, sale a oltre il 50% “nel caso in cui il soggetto sia un lavoratore con un contratto a termine o il reddito familiare si sia più che dimezzato in conseguenza della pandemia”. I cittadini che invece dispongono di risorse sufficienti per fare fronte a queste spese almeno fino alla fine dell’anno rappresentano circa “un terzo del totale“.

La risposta del Governo

Tra i provvedimenti adottati dal Governo legati all’emergenza Coronavirus, ricorda la Banca d’Italia, c’è il potenziamento del Fondo Gasparrini, istituito a favore di famiglie indebitate in condizione di difficoltà e quindi temporaneamente incapaci di rispettare le scadenze.

In particolare, specifica via Nazionale, “per una parte dei nuclei familiari è anche possibile ottenere la sospensione dei pagamenti o l’allungamento della durata dei prestiti attraverso l’attivazione delle clausole già previste dai contratti”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Effetto Covid sui mutui, famiglie e lavoratori in difficoltà con le r...