Mille euro in busta paga a chi smette di fumare

L'iniziativa di un'agenzia di comunicazione di Sarezzo, in provincia di Brescia

Mille euro in busta paga per chi smette di fumare. È la singolare proposta di un’azienda di comunicazione di Sarezzo, in provincia di Brescia, la Dexanet che nel suo organico conta 21 dipendenti di cui meno di dieci sono fumatori. Un bonus per coloro che decideranno di abbandonare il vizio del fumo.

“A supporto della campagna condotta ormai da anni sui pacchetti, ho pensato di dare un ulteriore stimolo ai miei ragazzi. L’obiettivo non è certo quello di eliminare la pausa sigaretta, qui sono tutti liberi di autogestirsi. – spiega l’amministratore delegato Loris Garau – semplicemente tengo ai miei collaboratori e alla loro salute”.

L’incentivo aziendale verrà saldato allo scadere del dodicesimo mese passato lontano dalle bionde. Una decisione che porterà benefici al portafogli sia dei singoli dipendenti sia del datore di lavoro e che potrebbe essere da stimolo anche per altre aziende.

Del resto è dimostrato come la pausa sigaretta costi caro alle imprese. Ad esempio nel Regno Unito, secondo i dati della ricerca del British Heart Foundation e del Centre for Economics and Business Research, si perdono ogni anno qualcosa come 8,7 miliardi di sterline (10,5 miliardi di euro). Inoltre i dipendenti da nicotina, che mediamente costituiscono circa il 20% della forza lavoro, hanno quasi un giorno in più di congedo-malattia durante l’anno rispetto ai loro colleghi non fumatori. Tutto questo equivale a 136 ore di produttività perse ogni anno per ciascun tabagista.

Leggi anche:
Sigarette, cambia tutto: ecco cosa prevede la nuova normativa
Sigarette, addio pacchetto da 10. Cosa cambia dal 20 maggio
Minitassa sulle sigarette per pagare i farmaci anticancro
Stangata per i fumatori: in arrivo aumenti per le sigarette meno care
Le sigarette di contrabbando finanziano il terrorismo
Quali sono i metodi migliori per smettere di fumare?

Mille euro in busta paga a chi smette di fumare
Mille euro in busta paga a chi smette di fumare