Mascherine, prezzo fisso a 50 centesimi per tutti senza Iva

In assenza delle mascherine è possibile proteggersi anche con mascherine auto-prodotte “in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera”

“Abbiamo già sollecitato il commissario Arcuri a calmierare i prezzi sulle mascherine, non ci saranno speculazioni su questo fronte. Ci sarà un prezzo equo e un piccolo margine guadagno. Inoltre, il nostro impegno è quello di eliminare completamente l’Iva. Il prezzo sarà attorno allo 0,50 per le mascherine chirurgiche”.

Lo ha detto il premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa nella quale ha illustrato il nuovo dpcm con la Fase 2 che sarà attivo dal prossimo 4 maggio.

Mascherine a  50 centesimi senza Iva

Dunque prezzo calmierato per le mascherine chirurgiche, vendute ad un massimo di 50 centesimi senza Iva, attualmente al 22%.
Le mascherine saranno obbligatorie quando non sia possibile anche il distanziamento sociale, esenti i bambini sotto i sei anni e i disabili. Dovranno essere monouso o lavabili, anche auto-prodotte.

Queste le regole principali sull’uso delle mascherine in vigore dopo il decreto firmato dal presidente del Consiglio per la fase 2 (QUI IL TESTO INTEGRALE DEL DPCM).

Mascherine, regole e obbligatorietà

Già nel primo articolo si precisa che: “Sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute e si considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento e vengano utilizzate le mascherine“.

Nell’articolo 3, che riguarda le misure di prevenzione e informazione, viene spiegato che per contenere la diffusione del coronavirus bisognerà “usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento del distanziamento fisico”.
L’obbligo non vale per i bambini al di sotto dei sei anni e per chi è affetto da forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.

 

Mascherine monouso o lavabili anche auto-prodotte

Secondo quanto descritto nell’articolo 3 “Per la popolazione generale potranno essere utilizzate, in alternativa alle mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso”.
L’utilizzo corretto delle mascherine di comunità va ad aggiungersi alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio, come il distanziamento fisico e l’igiene costante e accurata delle mani, che restano invariate e prioritarie,

Qui potete scaricare il Dpcm in pdf in versione integrale.

LO SPECIALE QUIFINANZA SULLA FASE 2

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mascherine, prezzo fisso a 50 centesimi per tutti senza Iva