Manovra, tutte le novità dalla voluntary bis alla lotteria degli scontrini

Focus su pensioni, infrastrutture e giochi

(Teleborsa) Con la firma del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al disegno fiscale di legge di bilancio che è stato ora inviato alle Camere, la Manovra ha fatto un altro passo avanti e prende sempre più forma. Nel testo definitivo cambia la clausola di salvaguardia in caso non si dovesse centrare l’obiettivo stabilito di 1,6 miliardi di euro dalla voluntary bis prevista per il 2017. In questo caso, la cifra mancante sarà reperita da tagli alla spesa, attraverso “riduzioni degli stanziamenti iscritti negli stati di previsione della spesa”, previo ok del Consiglio dei ministri entro il 31 agosto 2017.

L’altro nodo caldo al centro della discussione in questi giorni riguarda l’anticipo pensionistico, l’Ape. L’intero pacchetto pensioni è stato infatti confermato e si va appunto dall’introduzione dell’Ape fino all’Ape social per le categorie disagiate, fino all’aumento della 14esima per le pensioni minime e all’innalzamento della no tax area per i pensionati. Tra le misure vi sono specifiche per i lavoratori precoci o che compiono attività usuranti, ma trova spazio anche il ricongiungimento senza oneri dei diversi periodi contribuivi.

La Manovra prevede anche un fondo unico di sviluppo per garantire il “finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese” attraverso una dotazione di 1,9 miliardi nel 2017, cui seguiranno ulteriori 3,1 miliardi nel 2018, 3,5 nel 2019 e 3 per ogni anno dal 2020 al 2032″, con un occhio di riguardo a diversi settori, dall’edilizia al dissestro geologico, fino al rischio sismico, aspetto sempre più sentito a seguito dei due disastrosi terremoti che hanno flagellato l’Italia centrale negli ultimi due mesi.
Tra le misure più temute, ma almeno per il 2017 scongiurate, l’aumento dell’IVA che è stato procrastinato al 2018. Nel dettaglio, l’IVA al 10% salirà al 13%, mentre quella al 22% arriverà al 25% per poi crescere ulteriormente di quasi 1 punto percentuale dal 2019. Abrogato invece l’aumento delle accise. Sul fronte spending review scompare il taglio dei costi delle intercettazioni, mentre sono confermate le misure che rafforzano il ruolo della Consip nel programma di accentramento degli acquisti nella Pa. Confermato inoltre nel testo definitivo della Manovra il nuovo calo del canone RAI, che dai 100 euro di quest’anno passerà ai 90 euro del 2017.

Ampio capitolo dedicato infine ai giochi. Il Superenalotto, che pochi giorni fa ha premiato un giocatore di Vibo Valentia con una vincita da oltre 163 milioni di euro, il singolo premio più alto nella storia del concorso Sisal, va all’asta. L’articolo 73 della Manovra prevede infatti una gara per la gestione, con una base d’asta fissata a 100 milioni di euro. Ma non solo. La Manovra prevede anche l’arrivo, dal 2018, della cosiddetta “lotteria” degli scontrini” per contrastare l’evasione fiscale. In altre parole, su ogni scontrino sarà riportato un codice alfanumerico che consentirà di partecipare a un’estrazione mensile con ricchi premi in palio. Una misura studiata ad hoc per incoraggiare i consumatori a richiedere sempre lo scontrino all’esercente, attraverso il proprio codice fiscale che sarà inviato all’Agenzia delle Entrate al momento della transazione.

Leggi anche:
Manovra: slitta aumento Iva, ma nel 2018 salirà al 25%
Bruxelles non fa sconti, in manovra distanze rispetto agli impegni
Bruxelles scettica su Manovra Italia, non convince deficit di bilancio
Agenzia delle Entrate-Riscossione peggio di Equitalia. Cosa può controllare

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manovra, tutte le novità dalla voluntary bis alla lotteria degli scon...