Luce e gas, bollette meno care da aprile. Codacons frena entusiasmo: “Ancora insufficiente”

Dal primo aprile calo delle tariffe per i consumatori sul mercato di maggior tutela

Non solo stangate. Ogni tanto per i consumatori arriva una buona notizia. Non per tutti però.

NON E’ UNO SCHERZODal primo aprile – e stavolta non è uno scherzo – si riducono – del 10% circa – le bollette dell’energia per i clienti in tutela. Lo comunica in una nota l’ Arera, l’autorità per energia e ambiente, spiegando che “come in parte già registrato nei primi tre mesi del 2019, nel secondo trimestre dell’anno si determina per la famiglia tipo il calo delle bollette dell’elettricità (-8,5%) e del gas (-9,9%)”.

Le riduzioni, spiega l’Autorità, “sono prevalentemente legate alla contrazione dei prezzi delle materie prime nei mercati all’ingrosso dell’energia, nazionali ed internazionali”.

Per l’elettricità la spesa per la famiglia-tipo, nell’anno scorrevole, compreso tra il primo luglio 2018 e il 30 giugno 2019, sarà di 565 euro. Nel medesimo periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.157 euro, si spiega ancora.

Esulta Di MaioUna notizia che fa esultare il Ministro dello Sviluppo Luigi Di Maio: “Nonostante si parli di aumenti in tutti i settori  i costi dell’energia e del gas diminuiranno sensibilmente nel prossimo trimestre. Si tratta di un segnale importante per le famiglie che incoraggia verso scelte di politica energetica che fanno bene all’ambiente e non danneggiano il portafoglio degli italiani”, dice il Vicepremier pentastellato.

Decisamente più caute invece le associazioni dei consumatori che anche riconoscendo i vantaggi, giudicano ancora insufficiente il calo. “Molto bene il calo significativo del costo di approvvigionamento. Nota dolente resta però l’aumento della spesa per gli oneri di sistema del 3,72% che invece di diminuire come ripetutamente abbiamo richiesto, aumenteranno nuovamente”. Dice Federconsumatori secondo cui gli oneri di sistema si configurano come una vera e propria “tassa occulta”.

Frena anche il  Codacons  secondo il quale il calo è “insufficiente e non basta e recuperare gli abnormi incrementi delle bollette subiti nell’ultimo anno dalle famiglie italiane”. Solo nel corso del 2018 le tariffe della luce, commenta il presidente dell’associazione dei consumatori, Carlo Rienzi, “hanno registrato un incremento del +11,12%, mentre il gas è aumentato del +16% tra il 2018 e il primo trimestre del 2019. Un rincaro che ha determinato un “massacro” per le tasche delle famiglie con una maxi-stangata complessiva pari a 1,32 miliardi di euro solo nel 2018 e una maggiore spesa da +93 euro a famiglia”.

Per questo motivo, rileva Rienzi, “le riduzioni delle tariffe luce e gas decise oggi da Arera rappresentano solo un primo passo per riportare equità nel settore dell’energia, che tuttavia ancora non basta a recuperare gli abnormi incrementi tariffari subiti dai consumatori”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Luce e gas, bollette meno care da aprile. Codacons frena entusiasmo: &...