Lo Stato ricompra l’isola di Budelli. La scelta divide gli ambientalisti

E' stato approvato l'emendamento alla legge di Stabilità che prevede il diritto di prelazione dello Stato per l'acquisto dell'isola Budelli

L’isola di Budelli, paradiso incontaminato dell’arcipelago della Maddalena, potrà tornare pubblica. La commissione Bilancio del Senato ha approvato infatti un emendamento trasversale alla legge di Stabilità che prevede una deroga alla normativa che vieta acquisti da parte di enti pubblici e che consente allo Stato di esercitare il diritto di prelazione stanziando i 3 milioni necessari.

L’isola di Budelli era stata (s)venduta all’asta a un banchiere neozelandese per poco meno di 3 milioni di euro e ora potrà dunque tornare nelle mani dello Stato, che fino all’8 gennaio potrà esercitare il diritto di prelazione. A renderlo possibile la deroga alla legge che impediva gli acquisti da parte degli enti pubblici e lo stanziamento delle risorse pari alla cifra battuta all’asta, così come previsto dall’emendamento approvato in commissione, firmato da quasi tutti i gruppi parlamentari e a prima firma del senatore di Sel Luciano Uras.

Ma sulla decisione sono divisi gli ambientalisti. Marevivo plaude all’emendamento per l’acquisto dell’isola Budelli, stanziando tre milioni di euro: "L’isola di Budelli pubblica è una vittoria per tutti".
Mentre Legambiente esprime la propria contrarietà: "E’ un regalo ai privati, si impieghino le risorse più utilmente per le zone alluvionate". Budelli infatti – ricorda l’associazione – è privata dalla metà del 1800, come le altre isole dell’arcipelago della Maddalena e nel corso di questi anni "è passata di mano in mano rimanendo intatta e potendo vantare ancora oggi il ruolo simbolico che le viene riconosciuto nell’arcipelago non in virtù di una proprietà pubblica, ma in forza di norme e vincoli che, a tutti i livelli, hanno sinora difeso in maniera efficace un interesse pubblico anche a fronte della proprietà privata".
Il presidente di Legambiente ha infine rivolto un appello al ministro dell’Ambiente Orlando e al governo: "Se lo Stato ha tre milioni da utilizzare in Sardegna, che li impieghi subito per mettere in sicurezza le zone alluvionate o per realizzare le bonifiche a La Maddalena e non per comprare una zona già protetta come l`isola di Budelli".

Budelli, che ospita la famosa spiaggia rosa, autentica perla del Parco Nazionale dell’arcipelago della Maddalena, è tutelata da vincoli di conservazione che includono anche il divieto di calpestio ed è sottoposta a vincoli paesaggistici, ambientali e idrogeologici.

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lo Stato ricompra l’isola di Budelli. La scelta divide gli ...