Liste di attesa e costi degli asili nido in Italia: le regioni più care

Secondo il rapporto di Cittadinanzattiva la spesa per le famiglie italiane è di 303 euro mensili

Il Trentino Alto Adige è la regione con la retta degli asili nido più cara. La regione più economica è il Molise. Lo rileva una ricerca fatta da Cittadinanzattiva sui costi, servizi e liste di attesa degli asili nido. Secondo l’indagine la spesa media si aggira sui 303 euro al mese per ogni famiglia.

Gli asili nido del Nord Italia si rivelano decisamente più cari rispetto al Centro e al Sud. Al Nord la spesa media è di 353 euro, al Centro scende a 308 euro, al Sud si abbassa ulteriormente a 235 euro.

Andando a guardare il rapporto nel dettaglio, in riferimento all’anno 2019/2020, una famiglia del Trentino spende 472 euro al mese. Segue la Valle D’Aosta con 398 euro al mese. Sul gradino più basso del podio si piazza la Lombardia, dove le famiglie spendono una media di 366,5 euro al mese.

Sopra la media nazionale anche Basilicata (359 euro al mese, unica regione del Sud Italia nella parte alta della classifica), Emilia Romagna (314 euro al mese), Friuli Venezia Giulia (362 euro al mese), Liguria (338 euro al mese), Piemonte (350 euro al mese), Toscana (324 euro al mese), Umbria (308 euro al mese), e Veneto (351 euro al mese).

In rapporto all’anno precedente, aumenta la spesa delle famiglie della Puglia: +10,4% con un costo che lievita da 217 a 239 euro al mese. L’altro aumento notevole lo registrano le rette degli asili dell’Abruzzo, +7,9%, con una spesa che arriva a 297 euro mensili a fronte dei 275 euro dell’anno precedente.

Resta invariata rispetto all’anno precedente la classifica dei capoluoghi di provincia più costosi. In testa c’è Lecce con una spesa di 515 euro, seguita da Bolzano (506 euro) e Belluno (477 euro).

Per quanto riguarda le liste di attesa, i dati di Cittadinanzattiva rivelano che trova posto all’asilo un bambino su cinque, pari al 21,7% del totale, un dato al di sotto dello standard europeo che fissa questa soglia al 33%. La regione che offre la copertura migliore è l’Umbria con il 34,3% seguita dall’Emilia Romagna (33,7%) e poi dalla Valle d’Aosta al 29,7%. Fanalino di coda la Campania, dove trova posto all’asilo solo il 6,7% del totale dei bambini.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Liste di attesa e costi degli asili nido in Italia: le regioni più&nb...