Legge antisprechi: farmaci e prodotti di cartoleria ora si possono donare

Novità sul fronte della legge antisprechi: secondo due nuovi emendamenti approvati dalla Camera si potranno donare anche farmaci e prodotti di cartoleria

Continua la lotta del Governo contro gli sprechi iniziata con la legge Gadda nel 2016. In questi giorni sono stati approvati in commissione Bilancio della Camera due emendamenti che consentono di ampliare le donazioni ai prodotti per l’igiene, a quelli di cartoleria e ai farmaci. Fra i donatori ci saranno inoltre anche i grossisti e le farmacie, che dovranno seguire nuove regole, molto più semplici, per donare.

Secondo gli emendamenti dunque i benefici fiscali della legge sono stati estesi alla donazione di beni quali “prodotti destinati all’igiene e alla cura della persona e della casa, gli integratori alimentari, i biocidi, i presidi medico chirurgici e i prodotti farmaceutici, i prodotti di cartoleria e di cancelleria”. Per i medicinali invece fra i donatori sono stati aggiunti “le farmacie, le parafarmacie, i grossisti, le aziende titolari di autorizzazioni all’immissione in commercio di farmaci”.

“Questi emendamenti –  ha spiegato Maria Chiara Gadda, che ha promosso la legge anti-sprechi e firmato gli emendamenti – sono stati proposti tenendo conto del forte sviluppo che le donazioni hanno avuto a seguito dell’approvazione della legge 166″. Secondo gli ultimi dati dall’entrata in vigore della legge le donazioni alimentari “sono aumentate del 20%”.

In questi giorni inoltre è stata lanciata la piattaforma web #iononsprecoperché (www.iononsprecoperche.it), che consentirà a molte persone di poter donare. “Ho voluto lanciare la piattaforma #iononsprecoperché – ha detto la deputata- per divulgare le potenzialità di una legge che oggi ciascuno può applicare con grande semplicità. Una guida per tutti, per poter donare e ricevere, con l’aiuto di esperti, che metteranno a fattor comune le loro esperienze, e la condivisione di buone pratiche sull’intero territorio nazionale”.

La piattaforma “sarà inoltre uno spazio di conoscenza delle norme nazionali e comunitarie legate ai temi dell’economia circolare – ha svelato Gadda – Promuoveremo inoltre campagne di educazione, formazione e sensibilizzazione sui benefici della legge per raggiungere il maggior numero di imprese ed esercizi che oggi possono donare con più agevolazioni rispetto al passato, e un supporto alle tante associazioni di volontariato impegnate su questo fronte”.

Legge antisprechi: farmaci e prodotti di cartoleria ora si possono&nbs...