L’e-commerce mette la freccia: in Italia vale 24 miliardi

9,2 solo nel turismo. Lo dice il report sulle vendite online realizzato da Confcommercio

(Teleborsa) Sono numeri molto incoraggianti quelli che fotografano lo stato di salute delle-commerce in Italia che vale 24 miliardi di euro, con crescite medie a due cifre ogni anno negli ultimi 12 anni, ed è più che raddoppiato negli ultimi 4 anni.

IL TURISMO FA DA TRAINO, FATICA L’ALIMENTARE – Lo dice il report sulle vendite online realizzato da Confcommercio. A fare da traino alcuni settori più di altri, ad esempio il turismo (principalmente biglietteria, ma anche soggiorni e vacanze) dove gli acquisti online hanno raggiunto incidenze significative (il 31% degli acquisti di turismo avviene online), mentre resta indietro il settore alimentare che fatica a decollare per difficoltà logistiche, di mantenimento della catena del freddo e per la grande frammentazione a livello di produzione, nonostante tassi di crescita molto elevati.

NESSUN SETTORE ESCLUSO – Il dato particolarmente positivo (2,5 miliardi di acquisti online con una incidenza del 7%), arriva dall’abbigliamento che per le dimensioni del settore e per le caratteristiche del prodotto, necessita più di altri di un contatto fisico e dimostra che nessun settore sarà esente dall’impatto dell’e-commerce.

LA SPINTA DEI GIOVANISSIMI, MA NON SOLOSorprende anche il dato sull’età. Analizzando il profilo degli acquirenti online si scopre che non si tratta solo di giovanissimi (che restano i maggiori utilizzatori di internet in generale)

IL FUTURO DELL’E-COMMERCE – I numeri degli acquirenti per fascia d’età e, soprattutto, le penetrazioni sul totale della popolazione italiana, indicano la pervasività del fenomeno, sicuramente molto radicato tra i consumatori tra i 25 e i 55 anni, ma non marginale anche tra gli over 65 e, per le dinamiche demografiche, destinato a crescere anche nelle fasce d’età più elevate, mano a mano che gli attuali grandi utilizzatori invecchieranno.

L’e-commerce mette la freccia: in Italia vale 24 miliardi