Lavori in casa 2019: riparte la stagione dei bonus fiscali

Tutti i bonus fiscali sulla casa confermati nel 2019: dai lavori di ristrutturazione, agli sgravi per l'efficienza energetica, fino ad arredamento e giardino..

Bonus casa, bonus mobili e bonus verde: la legge di Bilancio 2019 ha prorogato di un anno i bonus in scadenza lo scorso 31 dicembre. Confermate sia le regole di accesso che le percentuali di detrazione del beneficio fiscale, così come erano state ridisegnate dalla manovra del 2018.

LE PROROGHE – Per gli interventi di riqualificazione energetica, queste le modifiche apportate: “Prorogato fino al 31 dicembre 2019 il termine previsto per avvalersi della detrazione d’imposta nella misura maggiorata del 65%, introdotta per le spese sostenute a partire dal 6 giugno 2013″. E ancora: “Prorogato fino al 31 dicembre 2019 il termine previsto per avvalersi della detrazione d’imposta al 65% per l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti, fino a un valore massimo della detrazione di 100mila euro. L’intervento è agevolabile se conduce a un risparmio di energia primaria (Pes) pari almeno al 20%. Questa tipologia di lavoro era stata ammessa all’ecobonus per il solo 2018 dalla legge di bilancio dello scorso anno”.

FINESTRE E INFISSI – Confermata la riduzione della detrazione al 50%, per le spese relative all’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e schermature solari, nonché alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A”; ed è stata “estesa anche alle spese sostenute nel 2019 la detrazione del 50% per l’acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30.000 euro”.

EDILIZIA – Per quanto riguarda gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, è stato prorogato fino al 31 dicembre 2019 il termine previsto per avvalersi della detrazione Irpef nella misura maggiorata del 50%, fino a una spesa massima di 96mila euro per unità immobiliare, introdotta per le spese sostenute a partire dal 26 giugno 2012.

BONUS MOBILI – Il bonus mobili è confermato anche per le spese sostenute nel 2019, limitatamente agli interventi di recupero iniziati a decorrere dal 1° gennaio 2018. Si tratta di un’agevolazione fiscale che spetta a chi ha eseguito interventi di ristrutturazione effettuati prima dell’acquisto di mobili, arredi (letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione) e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), come rilevabile dall’etichetta energetica. La detrazione ripartita in 10 quote annuali di pari importo è pari al 50% per un massimo di 10mila euro per unità immobiliare. Per avere il bonus, dunque, mobili e grandi elettrodomestici efficienti devono essere destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

BONUS VERDE – Prorogato infine per il 2019 il bonus verde, la detrazione Irpef del 36% calcolata su un ammontare massimo di spese non superiore a 5mila euro per unità immobiliare a uso abitativo. L’agevolazione riguarda interventi per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi, nonché alla realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. Sono comprese anche le spese di progettazione e manutenzione. La detrazione spetta anche per le spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne di edifici condominiali.

Lavori in casa 2019: riparte la stagione dei bonus fiscali