La tua banca alza i costi del conto? Ecco cosa fare

Anno nuovo, condizioni nuove? Spesso e volentieri, ma qualcosa si può fare.

I primi giorni del nuovo anno sono solitamente quelli in cui gli istituti di credito, previo avviso tramite lettera, cambiano le condizioni sui conti correnti, solitamente con la motivazione dell’incremento dei prezzi di mercato e delle conseguenti ripercussioni sui costi dei beni e servizi. Modifiche che possono significare, ad esempio, l’aumento di un euro al mese del canone del conto corrente, di 12 euro in più per tenuta conto annua, di 0,50 euro per la registrazione di ogni operazione e così via. Con data di entrata in vigore solitamente fissata per l’1 febbraio. Ma se le banche legittimamente possono modificare e alzare i costi del conto, qualcosa può fare anche il cliente/consumatore.
 
ANDARE ALLA FONTE – La primissima cosa da fare è verificare l’origine della lettera e recarsi personalmente dal funzionario di banca che l’ha inviata. Se la lettera fosse prova del nome del funzionario in questione si chieda del direttore o di un altro funzionario, magari di fiducia. Le banche puntano molto sulla "pigrizia" e sulla passività del cliente, recarsi personalmente presso la filiale e chiedere un incontro a quattr’occhi cambia già parecchie carte in tavola.
 
IL CALCOLO – Col funzionario è necessario ricontrollare le condizioni contrattuali (operazione che andrebbe comunque sempre svolta un paio di volte l’anno). In questa sede va verificato quanto peserebbero i rincari sul conto calcolandoli sulle attività (operazioni ecc.) dello scorso anno.
 
LA TRATTATIVA – A questo punto si avrà uno scenario concreto e sarà possibile trattare sapendo che quanto indicato nella lettera rappresenta le condizioni base, le quali possono essere ulteriormente modificate in base alla tipologia del cliente e al tipo di attività che svolge o categoria alla cui appartiene. Trattativa che difficilmente la banca negherà, giacchè ha sempre e comunque il massimo interesse a conservare il proprio cliente. Specie considerando che in caso di modifiche delle condizioni il cliente ha facoltà di estinguere il conto a costo zero.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La tua banca alza i costi del conto? Ecco cosa fare