La Manovra cambia il digitale: il 90% dei televisori da rottamare

Circa 40 milioni di televisori dovranno essere sostituiti entro il 30 giugno 2022 per il passaggio al Dvb-T2

Nella legge di Bilancio che inizierà ad essere discussa la settimana prossima al Senato è contenuta una norma che nei prossimi anni potrebbe costringere migliaia di persone a cambiare televisore o comprare un decoder. L’articolo 89, “Uso efficiente dello spettro e transizione alla tecnologia 5G“, prevede infatti il passaggio del sistema televisivo nazionale al digitale terrestre di seconda generazione – il cui nome tecnico è Dvb-T2 – per liberare le frequenze necessarie al fine di sviluppare un sistema più veloce per la telefonia mobile.

La nuova modalità dovrebbe rendere obsoleti quasi tutti gli apparecchi televisivi. Più del 90% dei televisori attualmente nelle case degli italiani non saranno in grado di ricevere le nuove trasmissioni e richiederanno un decoder aggiuntivo o la sostituzione dell’intero apparecchio.

Nell’articolo 89 della norma che prevede la transizione alla tecnologia 5G e quindi la cessione della banda 700 agli operatori di telefonia è infatti previsto che l’Agcom approvi entro maggio del prossimo anno un nuovo piano di assegnazione delle frequenze che avverrà zona per zona, gradatamente. I diritti d’uso delle frequenze attribuiti agli operatori sono convertiti, secondo la norma, “in diritti d’uso di capacità trasmissiva in multiplex nazionali di nuova realizzazione in tecnologia DVB-T2”, il digitale terrestre di seconda generazione, una tecnologia considerata ‘salvaspazio’.

Il piano prevede anche la riforma completa della numerazione unica, il cosiddetto LCN che è tutt’ora oggetto di contenzioso, che indica la posizione nel telecomando delle varie reti.

In collaborazione con Adnkronos

Leggi anche:
Legge di Bilancio in Senato. Dal Bonus 80 euro alle detrazioni, i punti più importanti
Guardia di Finanza alla Rai: indagini su spese di viaggio di Monica Maggioni
Fazio svela il cachet: “Guadagno tanto ma con me la Rai risparmia”
Rai conferma il contratto a Vespa ma taglia il 30% del compenso
Rai, svelati gli stipendi d’oro dei conduttori e i costi dei programmi
Fabio Fazio: la sua verità sui megastipendi Rai 
Rai, salta il tetto dei compensi. Salvi gli stipendi di Fazio & co.

La Manovra cambia il digitale: il 90% dei televisori da rottamare