BCE conferma aiuti a economia. Nessuna preoccupazione su euro

Piano QE da 20 miliardi al mese per tutto il tempo che sarà necessario, più la dotazione temporanea aggiuntiva approntata in piena pandemia di 120 miliardi sino a fine anno.

La BCE conferma tutti i suoi piani di stimolo e rivede al rialzo le stime di crescita, ma l’incertezza continua a dominare lo scenario di riferimento, a causa degli effetti della pandemia.

“L’Eurozona necessita ancora di un ampio stimolo monetario”, ha spiegato la Presidente della BCE, Christine Lagarde, in conferenza stampa.

La BCE – ha aggiunto – è “pronta ad usare tutti gli strumenti” a sua disposizione ed  “è molto probabile” che verrà usata l’intera dotazione del PEPP, il piano di acquisto attività approntato contro la pandemia.

Le decisioni

L’Eurotower oggi ha confermato tutti i tassi di interesse dell’Eurozona, quello sulle aste di rifinanziamento principale a zero e quello sui depositi su un livello negativo pari a 0,50%.

In più, è stato confermato il piano anti-pandemico (PEPP) da 1.350 miliardi di euro, sino a tutto il 2022, ed un Piano QE da 20 miliardi al mese per tutto il tempo che sarà necessario, più la dotazione temporanea aggiuntiva approntata in piena pandemia di 120 miliardi sino a fine anno.

Stime riviste al rialzo

La BCE ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell’Eurozona, con un PIL a -8% anziché a -8,7% nel 2020 e +5% da +3,2% nel 2021. Lagarde ha però avvertito che persistono “incertezze” legate all’emergenza coronavirus.

Parallelamente. gli economisti di Francoforte hanno confermato una stima d’inflazione allo 0,3% quest’anno, rivedendola al rialzo all’1% dallo 0,8% nel 2021.

La Presidente ha confermato che l’inflazione resterà negativa nei prossimi mesi, per tornare positiva solo nel 2021.

La forza dell’euro non preoccupa

Lagarde ha fatto cenno anche all’eccessivo apprezzamento dell’euro, innescato dal cambio di strategia della fed, ammettendo che “se ne è discusso” nel consiglio direttivo, ma ricordando che “il tasso di cambio non è un target” della BCE . In ogni caso la Banca centrale “monitorerà con attenzione” l’evolversi dei cambi in relazione agli effetti sull’inflazione. Affermazioni che hanno fatto immediatamente apprezzare l’euro sino a sfiorare gli 1,19 USD (+0,9%).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BCE conferma aiuti a economia. Nessuna preoccupazione su euro