Iva, bonus bebè, assegno unico per figli, tasse: novità in Manovra

Le misure contenute nel testo concordato nel corso del vertice di maggioranza di martedì

E’ composta di 93 articoli la bozza della Legge di Bilancio 2020. Ecco alcune delle misure contenute nel testo concordato nel corso del vertice di maggioranza di martedì.

Stop aumento IVA

Nel documento c’è la cancellazione dell’aumento dell’iva di 23 miliardi nel prossimo anno

Cedolare secca

Il paventato aumento (dall’attuale 10% al 12,5%, previsto nella bozza) dell’aliquota della cedolare secca sugli affitti abitativi a canone calmierato non ci sarà. Resta, dunque, al 10% con l’accoppiata Cinquestelle-Pd al Governo che prova a dare un chiaro segnale – anche sulla scia della debacle delle elezioni in Umbria – nella direzione dello stop a nuove tasse.

Bonus bebè

Arriva il bonus bebè con tre soglie, da un minimo di 960 euro a un massimo di 1.920 euro, e incrementato del 20% dal secondo figlio in poi. . L’assegno è riconosciuto per ogni figlio nato o adottato dal primo gennaio 2020 al 31 dicembre 2020

Assegno unico figli

L’assegno unico per i figli scatterà dal 2021 e sarà finanziato attraverso un fondo da un miliardo di euro, che salirà a 1,2 miliardi a partire dal 2020. Il ‘Fondo assegno unico universale e servizi alla famiglia’ è destinato a ”interventi in materia di sostegno e valorizzazione della famiglia finalizzati al riordino e alla sistematizzazione delle politiche di sostegno alle famiglie con figli

Rimborso pagamenti bancomat

Rimborsi in denaro per i consumatori che decidono di pagare con la moneta elettronica. Le condizioni e le modalità saranno stabilite con un decreto del Mef, entro il 30 aprile 2020, e lo stanziamento pari a tre miliardi di euro scatterà dal 2021

Plastic tax

In arrivo la plastic tax, un’imposta sul consumo dei manufatti con singolo impiego, che hanno o sono destinati ad avere funzione di contenimento, protezione, manipolazione o consegna di merci o di prodotti alimentari. La misura è contenuta nella bozza della legge di bilancio 2020. L’imposta è fissata nella misura di 1 euro per chilogrammo di materia plastica e non è dovuta per i prodotti risultino compostabili.

Sugar tax

Nella bozza del ddl è inserita anche la ‘sugar tax’. Nella bozza del provvedimento, infatti, viene istituita un imposta sul consumo di bevande con zuccheri aggiunti. Nel dettaglio, si legge bella bozza del provvedimento, viene “istituita una imposta sul consumo delle bevande analcoliche” ossia “i prodotti finiti e i prodotti predisposti per essere utilizzati come tali previa diluizione, rientranti nelle voci NC 2009 e 2202 della nomenclatura combinata dell’Ue, condizionati per la vendita, destinati al consumo alimentare umano, ottenuti con l’aggiunta di edulcoranti e aventi un titolo alcolometrico inferiore o uguale a 1,2 per cento in volume”. Nel provvedimento si prevede che l’imposta di queste bevande sia “fissata nelle misure di euro 10,00 per ettolitro, per i prodotti finiti; di euro 0,25 per chilogrammo, per i prodotti predisposti ad essere utilizzati previa diluizione”.

Addio super ticket

Addio al super ticket sanitario, ma dal primo settembre 2020. Per compensare le minori entrate il livello del finanziamento del fabbisogno sanitario nazionale standard, cui concorre lo Stato, di conseguenza è incrementato di 185 milioni di euro per l’anno 2020 e di 554 milioni di euro annui a decorrere dal 2021.

Cuneo fiscale

”Al fine di dare attuazione a interventi finalizzati alla riduzione del carico fiscale sulle persone fisiche” è istituito un fondo denominato ‘Fondo per la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti’, con una dotazione pari a 3 miliardi di euro per il 2020 e a 5 miliardi di euro annui a decorrere dall’anno 2021.

Bonus scuole

“A decorrere dall’anno 2020, alle scuole pubbliche di ogni ordine e grado, che acquistano uno o più abbonamenti a quotidiani e periodici, anche in formato digitale, è attribuito, previa istanza diretta al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri, un contributo fino all’80% della spesa sostenuta entro l’anno precedente. Con decreto del capo del Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri è emanato annualmente un bando per l’assegnazione del contributo”.

Coperture Imu-Tasi

Arriva il fondo investimenti per gli enti territoriali, con una dotazione di 735 milioni di euro per l’anno 2020, di 1.078 milioni di euro per l’anno 2021, di 1.670 milioni di euro per l’anno 2022 e di 2.300 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2032. Il fondo tiene conto delle coperture Imu/Tasi, di edilizia sanitaria e dello sblocco degli avanzi Regioni

Proroga detrazioni edilizia

Viene prorogata anche per il 2020 la detrazione per le spese di riqualificazione energetica e di ristrutturazione edilizia. Per le spese documentate, sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi edilizi, ivi inclusi quelli di manutenzione ordinaria, finalizzati al recupero o restauro della facciata degli edifici è prevista una detrazione del 90%.

In collaborazione con Adnkronos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Iva, bonus bebè, assegno unico per figli, tasse: novità in Mano...