Italia-Cina: cosa prevedono gli accordi firmati sulla Via della seta

Le 29 intese, fra cui 10 accordi commerciali con società ed enti italiani, siglate al tavolo italo-cinese

Diversi i punti cardine dell’accordo Italia-Cina firmato dai rispettivi governi nel corso del viaggio a Roma del presidente cinese Xi Jinping: connettività, trasporti, scambi commerciali e industriali, finanziamenti, green economy su tutti. Diverse intese che si inquadrano nel progetto chiamato Via della Seta.

Il Memorandum of Understanding, – quadro di riferimento all’interno del quale si collocano accordi specifici non costituisce un accordo da cui possano derivare diritti e obblighi di diritto internazionale. Quindi: nessun “obbligo giuridico o finanziario o impegno per le Parti”, quanto piuttosto un accordo che individua nuove modalità di cooperazione fra i due paesi attraverso diversi strumenti attivabili: scambi di visite istituzionali e informazioni, programmi pilota in settori chiave, scambi, ricerca congiunta, partnership pubblico-private, investimenti, collaborazione nei paesi terzi. I meccanismi bilaterali già esistenti fanno parte dell’accordo, il monitoraggio viene affidato al Comitato Governativo Italia-Cina.

Nell’ambito del progetto Via delle Seta, sono stati già firmati 29 accordi, 19 istituzionali e 10 commerciali. Il sito delle piccole-medie imprese pmi.it ha messo in fila questi ultimi, che coinvolgono naturalmente i privati:

  • Cdp (Cassa depositi e prestiti) e Bank of China: intesa di partenariato strategico.
  • Eni e Bank of China: Memorandum of understanding sul partenariato strategico.
  • Ansaldo Energia e China United Gas Turbine Technology: intesa di collaborazione tecnologica sul programma di turbine a gas.
  • Ansaldo Energia, Benxi Steel Group e Shanghai Electric Gas Turbine: contratto per la fornitura di una turbina a gas AE94.2K per il progetto Bengang.
  • Cdp, Snam e Silk Road Fund: Memorandum of understanding.
  • Agenzia Ice (commercio estero) e Suning.com Group: Intesa di cooperazione strategica tra per la realizzazione di una piattaforma integrata di promozione dello stile di vita italiano in Cina.
  • Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale-porti di Trieste e Monfalcone e China Communications Construction Group: accordo di cooperazione.
  • Commissario straordinario per la ricostruzione di Genova, l’autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale e China Communications Construction Group: Accordo di cooperazione.
  • Intesa Sanpaolo e Governo Popolare della città di Qingdao: Memorandum of understanding.
  • Danieli&C Officine Meccaniche e China Camc Engineering: contratto tra per l’installazione di un complesso siderurgico integrato in Azerbaijan.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Italia-Cina: cosa prevedono gli accordi firmati sulla Via della seta